HAU Hebbel am Ufer, Berghain, Yaam, Kunstquartier Bethanien - Berlin
27 / 01 / 2017 - 05 / 02 / 2017

CTM 2017 FEAR ANGER LOVE esamina il potenziale di emancipazione delle emozioni risonanti (musicali) in grado di mettere in discussione e sfidare lo status quo. In questa diciottesima edizione, CTM si ripropone l’obiettivo di lasciare spazio a emozioni dissonanti e forme di espressioni musicali radicali, attraverso 10 giorni di progetti speciali, lavori su commissione e performance che vanno da esplorazioni di noise music a suoni di musica club contemporanea.

Le performance confermate di recente prevedono: Alan Warburton – “Primitives” [UK] / Angelica Castelló [MX] / Bariş K [TR] / Bjørn Torske [NO] / Boska [NO] / Carlos Sandoval [MX] / Carmina Escobar [MX] / Charlotte Bendiks [NO] / Courtesy [DK/DE] / Diskjokke [NO] / Endgame [UK] / Ex Eye [US] / Front de Cadeaux [BE/IT] / Ganzfeld – “Guerilla Spatialization Unit” [US/DE] / Guillermo Galindo [MX] / Gum Takes Tooth [UK] / insanlar [TR] / Jenny Hval feat Skrap [NO] / José Manuel Alcántara [MX] / Karima [NO] / Lady Starlight [US] / Lexachast [INT] / Liminar [MX] / Loré Lixenberg [UK/DE] / Lorenzo Senni [IT] / LSDXOXO [US] / Mechatok [DE] / Miss Red [IL/DE] / mobilegirl [DE] / Mr Mitch [UK] / Muquata’a [PS] / Nora Turato [HR/NL] / N.M.O. [INT] / Pan Daijing [CN/DE] / Peggy Gou [KR/DE] / Pharmakon [US] / Roberto Morales-Manzaneres [MX] / Sami Baha [TR] / ( SIC ) [MX] / Siete Catorce [MX] / SØS Gunver Ryberg [DK] / Stefan Fraunberger [AT] / Stine Janvin Motland [NO] / Tzusing [MY/TW] / Umfang (Discwoman) [US] / Virgil Abloh [US] / Yally (aka Raime) [UK]

Dopo aver firmato recentemente per Warp Records, Lorenzo Senni presenta uno spettacolo live pensato su misura per l’occasione, a sostegno del suo nuovo disco EP, Persona, con cui continua il suo viaggio di decostruzione della musica hard trance degli anni 90. Questa volta, tutto gira intorno alla sua esperienza personale di “Rave Voyeurism”, come lui la definisce, dove rimane l’unico leader misurato del SXE tra i suoi amici appassionati di gabber e hardcore conosciuti durante gli anni formativi a Rimini. La natura paradossale di questa restrizione metodica e di un’estasi moderata rappresentano l’anima di Persona.

ctm6

Pharmakon della Power electronics e originario di New York, presenta nuovo materiale in un programma che esplora rapporti nel suono difficili e conflittuali, insieme a Thomas Ankersmit, Vomir, e al duo noise rock psychedelia Gum Takes Tooth. Così come per Vomir, anche per Pharmakon la musica è una componente fondamentale all’interno del confronto acceso con la società contemporanea.

L’artista cinese solista Pan Daijing farà la sua apparizione in un’altra serata, attraversando una forza sonica che consuma mente e corpo e che, come la rabbia, l’ha trascinata dentro e fuori situazioni scomode per poi liberarla dal tradizionalismo e concederle spazio per poter decidere e vivere secondo le sue regole.

Ex Eye, forza animalesca del metal, raggruppa quattro artisti di talento che realizzano musica dalle forti percussioni, sintetizzatori tetri e distruzione adrenalinica. Composto da Colin Stetson, sassofonista e collaboratore degli Arcade Fire, dal multistrumentista Shahzad Ismaily, dal batterista Greg Fox (Liturgy, Ben Frost), e Toby Summerfield, chitarrista di The Body, questo quartetto esplosivo si perde abilmente in un abbandono estatico. Stefan Fraunberger, artista supportato da SHAPE inizierà con un progetto che esplora la “barriera tra il mondo spirituale e fisico” con una tragicità rimbombante di dulcimer ed elettronica che si soffermano sui suoni dello spazio che si annientano lentamente.

Jenny Hval, artista femminista sempre piuttosto esplicita, si presenterà subito dopo un’esperienza di viaggio nell’America delle elezioni. La sua performance al CTM, creata in collaborazione con il duo sperimentale Skrap, partirà dal suo album più recente, Blood Bitch, per poi rispondere alla diffusione di politiche impulsive, esagerate e mosse dall’emozione impulsiva. Stine Janvin Motland aprirà la serata con il progetto “Fake Synthetic Music,” nel quale usa la sua voce per imitare sequenze sovrapposte di sintetizzatore d’intensità consistente e risoluta.

Lexachast, una collaborazione tra Bill Kouligas, il fondatore dell’etichetta PAN, il duo del suono futuristico Amnesia Scanner e l’artista Harm van den Dorpel, collegheranno Transmediale e CTM in una serata unica presso Haus der Kulturen der Welt. La colonna sonora straziante e distopica ruota intorno a elementi visivi generativi, live streaming, basati su algoritmi che possano filtrare argomenti casuali NSFW tra le zone di internet più vaste. Potenzialmente provocanti, queste elementi visivi sono sorprendenti anche per i performers e fanno riferimento alla nostra colpevolezza e vulnerabilità di fronte all’eccesso di internet.

ctm2

Allo stesso modo, Nora Turato annega nel suo stream-of-consciousness “verbal vomit”. Le sue performance si confrontano con il pubblico e lo impegnano a digerire un’ampia gamma di questioni che infestano la vita moderna e mediatizzata.

SØS Gunver Ryberg, compositore e artista del suono, è ampiamente apprezzato per instillare rumore grezzo e fonografia meticolosamente strutturata, per mezzo di kick drums implacabili e altro vocabolario tecnico allo scopo di scatenare una tempesta sonora. Farà la sua apparizione la stessa sera in cui si esibirà Tzusing, residente a Shanghai ma nata a Taiwan, specializzata in techno industriale selvaggia, realistica à la L.I.E.S, Umfang, cofondatrice di DiscWoman che sperimenta con la analogue tecnhno, Lady Starlight, collaboratrice chirurgica, costumista e musa di Lady Gaga, Courtesy, fautorer della cosmic dance originario della Groenlandia e le infusioni dell’house classica di Karima.

Con un allestimento ad alta energia che comprende tanto di stregoneria fluxus di ispirazione militare ginnica e giochi serrati di suoni e luci, la N.M.O. presenterà in anteprima il “Deutsch Am Fuß” (DAF), un progetto di band-inside-a-band che mescola interludi di club ritmici transatlantici inediti con un genere tedesco un po’ rétro. I loro spettacoli live metteranno in risalto la performatività della musica dance e la differenza tra i generatori di ritmo umani e digitali.

Bariş K, veterano di Instanbul, DJ e crate-digger dona densità e lentezza alla musica psichedelica mediorientale e una decisa cosmic disco. Dall’alto di un DJ set in solitaria, travolgerà gli ascoltatori tramite i poteri ipnotici del suo duo insanlar con saz player e vocalist Cem Yildiz, fondendo elementi folk mediorientali psichedelici improvvisati e seducenti e dense basslines.

ctm5

CTM si immergerà nelle acque dei bassi potenti con Yally, il nuovo progetto sviluppato dalla coppia Blackest Ever Black – Raime per “esplorare i future bass senza distinzioni”, il quale sintetizza e costruisce in 2-step: il grime e l’eredità del garage. La discoteca è essenziale per questa esplorazione, ma la mente è un alleato fondamentale perché mostra i sentieri di connessione tra i due soggetti.

Virgil Abloh, cofondatore dell’etichetta Bromance e tastemaker, rinomato stilista e direttore creativo del personaggio controverso di Kanye West, presenterà uno speciale dj set. L’etichetta che riunisce Bala Club e Staycore incontrerà Endgame, che esporrà le terminazioni nervose sensibili attraverso ciò che rimane del reggaeton inglese, il future grime e il funk brasiliano, Mechatok, che gioca con musica da discoteca, pezzi melodici e rap, insieme ai remix di Mobile Girl’s delle dive r&b come J-Lo e TLC in uno spettro 4/4 tra house e trance.

A tuffarsi ancora più a fondo nei future bass hybrids sono i DJ, i produttori e GHE20GOTH1K, cofondatore dei LSDXOXO, i due segnatari di Planet Mu, lo zelota inglese dell’ instrumental grime Mr. Mitch e il produttore del trap turco Sami Baha. MC Miss Red, di origine israeliana, con le onde del suo primo mixtape Murder nel 2015, prodotto da Andy Stott, Mumdance, Stereotyp, Mark Pritchard e Evian Christ insieme a The Bug porterà le sue re-interpretazioni distorte e futuristiche di musica dancehall e bashment.

Muquata’a (anche noto come Boikutt), uno dei rapper più famosi nello scenario hip-hop palestinese, si aggiungerà a Princess Nokia e Tommy Genesis al Yaam per un set MPC-heavy supportando le rime prolifiche e stimolanti che sottolineano lo sprezzo per le ideologie schiaviste e i sistemi di credenze. Muquata’a è uno dei membri originari del Ramallah Underground, un gruppo creato in seno al bisogno di “dare voce ad una generazione di palestinesi e arabi che affrontano un panorama politico turbolento e incerto.

ctm1

Con la Mostra CTM 2017 “Critical Constellations of the Audio-Machine in Mexico” che esamina la storia e l’attuale stato dell’arte del suono e della musica elettronica in Messico, il festival si espande con voci differenti nel programma musicale. Organizzata in collaborazione con il curatore Carlos Prieto Acevedo, la prima delle due serate al HAU2 presenterà una versione speciale del lavoro di Guillermo Galindo “Border Cantos”, un progetto multimediale con l’utilizzo live di strumenti elettronici e ibridi creati da oggetti persi dalle innumerevoli persone mentre tentavano di oltrepassare il confine Messico-Stati Uniti. Usando un repertorio di field recording, radio, e dispositivi in cassetta, Angelica Castellò compierà un viaggio attraverso la terra enigmatica dei ricordi persi, della morte e della fragilità degli scontri traumatici. Il mezzo soprano Loré Lixemberg trasformerà un pezzo del compositore messicano Conlon Nancarrow, creando un tour de force vocale multi-canale da uno scritto originale per la pianola meccanica. Feedback, echi nascosti, la drammaticità dei cenni vocali e dispositivi di personalizzazione del microfono sono sfruttati da Carmina Escobar in un’intima storia lirica. Specializzato in un’ampia varietà di strumenti folcloristici nazionali, Roberto Morales-Manzaneres trasformerà l’ispirazione dalla natura, dalla letteratura messicana, dalla composizione algoritmica e dalle interazioni dei movimenti in tempo reale, in una performance audio-surround grazie all’utilizzo di un’arpa maia, i controller della Wii e i sistemi elettronici.

Il protagonista della seconda serata sarà Liminar, il più famoso complesso di musica contemporanea in Messico, che mostrerà in anteprima un nuovo lavoro del compositore messicano Carlos Sandoval. “Mexican National Anthem (as I recall it from my childhood)” metterà insieme i suoni e le immagini tratte dal lavoro in video di Sandoval stesso, insieme ad una colonna sonora eseguita da Liminar ed un soprano solista. Il membro del gruppo José Manuel Alcàntara si esibirà da solo, mettendo in luce una serie di composizioni elettroacustiche di recenti sperimentarori messicani. Liminar apparirà inoltre in uno speciale programma partner a Radialsystem durante la prima delle quattro serate, ideate e finanziate da Ensemble KNM Berlin. La serie, intitolata “Die Welt nach Tiepolo,” presenterà le quattro parti del ciclo compositivo epocale “d’après Tiepolo” di Hughes Dufourt, partendo dal movimento “L’Amerique d’après Tiepolo”. I lavori dei compositori americani Julián Carillo, Juan Felipe Waller e James Tenney saranno inclusi nei primi eventi.

(SIC), un progetto di improvvisazione di Julian Bonequi e Rodrigo Ambriz, trasforma percussioni selvagge e vocalizzi estremi in sensazioni possessive e stati spasmici. Farà esplodere in maniera rituale il primitivo e l’estatico, l’intuizione e l’alienazione autoindotta, l’audace e il discreto attraverso una serie di vignette brevi ed esplosive. NAAFI affiancherà Siete Catorce distorcendo i ricordi notturni, i compleanni di famiglia a suono di Cumbia e le feste della Quinceañera con una tristezza, una rabbia ed un’inquietudine ipnotizzanti (Thump). Entrambi saranno presentati con MUTEK.MX.

Partendo dalle clip tratte dal film “Northern Disco Lights” e da una discussione con il direttore Ben Davis e il produttore veterano Bjørn Torske, CTM 2017 sottolineerà la scena del Norwegian Space Disco. Questo cocktail strano e brillante di suoni vasti e incantevoli è stato rapidamente messo in scena da una comunità di artisti e amici, piccola ma estremamente unita, che cerca rifugio nell’amore per il suono piuttosto che nel frequente isolamento e nelle difficili condizioni del Circolo Polare. Gli artisti inclusi nella pellicola, come Diskjokke e Bjørn Toske, suoneranno alla Opening Club Night del festival al fianco dei produttori di nuova generazione: Boska, supportato da SHAPE e Charlotte Bendiks presenteranno nuovi live-set. L’esibizione porterà avanti anche le menti affine di Front de Cadeaux, un duo che fa riferimento in modo intelligente al gruppo belga pioniere della EBM Front 242, che proporrà il proprio brand di “Supreme Rallentato”, un ibrido folle tra slow motion italo, la acid disco e house. DJ Peggy Gou, artista coreana trapiantata a Berlino, porterà un tocco caratteristico del luogo con i suoi potenti mix di musica house.

L’installazione di Alan Warburton, intitolata “Primitives”, sarà esposta durante la settimana del festival ed esplorerà il punto di incontro tra intrattenimento e scienza impiegando un software CGI innovativo di “stimolazione di massa”. Questa tecnologia è solitamente usata nei film di successo di Hollywood per riempire città, stadi e battaglie ed è usato anche dai ricercatori e dagli ingegneri che lavorano sul crisis mapping, sulla progettazione delle città e sulla gestione di eventi. Il suo progetto AV analizzerà questo software di simolazione per “liberare la folla digitale” e permetterle di vivere ed esplorare più parametri sperimentali.

ctm4

Ganzfeld (Liz Albee, trombettista e artista del suono e Sukandar Kartadinata, chitarrista e costruttore di strumenti) presenteranno a sorpresa il loro “Guerilla Spatialization Unit” durante il CTM 2017. I loro interventi uniranno i suoni della tromba e del basso in un multicanale modificato che renderà possibile un’unica superficie di suono in differenti spazi di ripiego per la performance: finestre, porte, scale, pareti, sedie, furgoncini, bus, palchetti, interni, esterni, in alto e in basso.

Questo secondo annuncio è un’aggiunta a un programma già completo ed include: Actress [UK] / “Bight of the Twin”, un film di Hazel Hill McCarthy III [US] / CTM x Set [IR] feat. Sote con Arash Bolouri, Behrou Pashaei e Tarik Barri, Siavash Amini, 9T Antiope / Enrique Tomás – “Embodied Gestures” [ES] / Gazelle Twin – “Kingdome Come” [UK] / Genesis Breyer P-Orridge con Aaron Dilloway [UK/US] / Julian Bonequi – “The Death of the Anthropocene” [MX] / Monolake – “VLSI Surround” [DE] / NON Worldwide [INT] in collaborazione con Ligia Lewis, feat. Chino Amobi, Nkisi, Angel Ho, Dedekind Cut, Embaci, DJ Lady Lane / Moor Mother [US] / Princess Nokia [US] / Rima Najdi con Kathy Alberici e Ana Nieves Moya – “Happy New Fear” [INT] / Tanya Tagaq [CA] / Thomas Ankersmit – “Infra” [NL] / Tommy Genesis [CA] / Vomir [FR] / la prima mondiale dell’installazione “SOL” di Kurt Hentschläger [AT] / la mostra CTM 2017 Critical Constellations of the Audio-Machine in Mexico di Carlos Prieto Acevedo [MX].


http://www.ctm-festival.de

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn