Game Art

AppArtAward: apps, creativity, art, new technologies

AppArtAward 2017 Open Call | Deadline 7/05/2017

Lo ZKM | Center for Art and Media Karlsruhe, CyberForum e i loro partner cercano le migliori opere d'arte in formato app per celebrare il 7° l'anniversario dell'AppArtAward. L'AppArtAward premia app che rappresentano avanzate applicazioni artistiche. Oltre agli aspetti artistici, l'integrazione creativa, così come l'utilizzo di opzioni offerte dalle nuove tecnologie è importante. Invia il tuo progetto per le categorie Game Art, Sound Art e AppARTivism fino 7 maggio 2017
offf1

OFFF Festival

Dal 6 all’8 aprile l’OFFF festival sbarca al Museo del Design di Barcellona, dopo aver girato varie città in Belgio, Messico, Stati Uniti, Russia, esportando a ... READ MORE...
lea

In and Out of Art History: The Video Games Conundrum | Deadline: 23/04/2017

Il Leonardo Electronic Almanac (The MIT Press) invita accademici, storici dell'arte, teorici dei videogiochi e praticanti di vario livello, a inviare le proprie proposte per una issue che esamina i videogiochi in relazione al (e nel) mondo dell'arte. La pubblicazione intende collocare e indagare alcune domande chiave come: E' possibile identificare quei momenti in cui la storia dell'arte e dei videogiochi si sono legate? Possono i videogiochi sfidare i contesti canonici ed egemonici della storia dell'arte?
the-wrong

Homeostasis Lab Open Call for Artists @ The Wrong New Digital Art Biennale | DEADLINE 31/01/2018

Homeostasis Lab Open Call for Artists 2017/18 - ll primo padiglione ad aprire le porte agli artisti per la partecipazione alla 3^ edizione di The Wrong - New Digital Art Biennale. Tutti i lavori devono essere "internet-friendly" e afferire a qualunque modalità artistica digitale (Realtà Aumentata, Arte Frattale, Poesia Digitale, Arte Evolutiva... > lista completa sul sito web). DEADLINE APERTA: è possibile inviare quanti lavori si vuole fino al termine dell'evento il 31/01/2018
newgameplay1

New Gameplay

Chi ha pensa che i videogame siano solo un prodotto di consumo per le grandi masse, deve ricredersi. La mostra New Gameplay al Nam June Paik Art Center, visibile fino a Febbraio, affronta un nuovo modo di intendere la game art. Presenti giochi sperimentali, indipendenti e interattivi che stimolano non solo l'immaginazione ma anche il pensiero
gameseuroplays1

The Games Europe Plays. Body-Tech

La mostra The Games Europe Plays – BODY-TECH presenta i lavori di artisti interattivi e creatori di giochi del Regno Unito e dell'Europa continentale, provando a immaginare come abiteremo i nostri corpi sia fisici che virtuali. Rivolge inoltre uno sguardo spensierato sulle tecnologie digitali e a come queste agiscano sulla nostra vita.
url

(English) Math is Art: Understanding the Basic Concept of Probability

(English) They say there’s art in everything – which in all likelihood makes everyone artists. Additionally, you could argue – even contradict – this statement by pointing out that having the potential and aspirations to achieve a certain level of craftiness in life doesn’t make anyone a bona fide artist.
Jon-Rafman 1

Jon Rafman: I have ten thousand compound eyes and each is named suffering

Jon Rafman è in mostra fino ad Agosto allo Stedelijk Museum. L'artista canadese che fa del digitale e del gioco online il fulcro della sua filosofia creatrice. Combinando scenari tra reale e virtuale in cui lo spettatore può perdersi tra avatar, sottoculture online e comunità feticiste negli angoli remoti del web.
news

Breaking news

Attraverso linguaggi video molto differenti Alterazioni Video, Filippo Minelli e Carlo Zanni irrompono in scenari reali e/o costruiti immaginandone un punto di volta, l’arrivo di un evento esterno, qualcosa di forse vagheggiato, ma mai pienamente inteso, a cambiare sia la percezione del paesaggio come risultante politico, sia il rapporto con l’informazione e ciò che essa altera o tace.
delappe10

Unire e separare le realtà: intervista con Joseph Delappe

(English) Although changing over time, thanks to increasingly efficient technology, the digital world and the real world have come together to contextually coexist, often creating problems. Looking at the many works by American artist Joseph Delappe you can somehow trace the evolution of this dynamic.
campbell1

Storytelling immersivi tra videogiochi e narrativa: intervista con Andy Campbell

Lo storytelling sta diventando più immersivo e partecipativo, nel senso che il pubblico è coinvolto in modo più interattivo e l’ambiente sta evolvendo in uno scenario transmediale più complesso. Le opere più recenti di Andy Campbell rappresentano degli esempi perfetti di questa nuova forma di narrazione immersiva.
19th Japan Media Arts Festival2

Diciannovesimo Japan Media Arts Festival | Call for Entries

Il Japan Media Arts Festival è un festival complessivo delle arti multimediali (Media Geijutsu) che rende omaggio alle più notevoli opere realizzate con una ampia gamma di media - dall’animazione e il fumetto all’arte multimediale e i giochi. Il festival assegna premi in ciascuna delle sue quattro sezioni: Arte, Intrattenimento, Animazione e Manga.
The Black Horse Call

The Black Horse. Scadenza: 30 Giugno 2015

Quinta edizione di Ars Independent Festival (Dal 22 al 27 Settembre 2015, Katowice, Polonia). Aperte le iscrizioni per il concorso Black Horse. Il concorso prevede due sezioni: Animazione e Videogiochi.
playing5

Playing the game. Videogiochi indipendenti in dialogo con arti e culture

Lo scorso 30 novembre 2014 a Milano, presso Santeria a Milano, Playing The Game, piattaforma interdisciplinare che da anni indaga il rapporto tra videogiochi, arti e culture, ha presentato Outré Videogames, un nuovo evento dal format innovativo, basato su una selezione di videogiochi eccentrici, insoliti e dalla natura non convenzionale mai apparsi in Italia
Blank Arcade 2015 Call

The Blank Arcade. Call for entries

Blank Arcade ritorna dopo il suo successo dell'edizione 2014. Il concorso è aperto a lavori quali giochi digitali e analogici, video, interventi e medium tradizionali. Scadenza: 28/02/15
videogames2

I videogiochi al MOMA. Nuovi modelli di fruizione per l’arte contemporanea

Nel 2013 il MOMA di New York ha proposto un’esposizione intitolata "Applied Design", incentrata su una serie di oggetti le cui forme e funzioni si pongono in una zona di particolare convergenza tra estetica e utilità, tra arte e uso applicato. La grande rassegna sarà attiva fino al prossimo 20 Gennaio 2014.
//