curated by Marco Mancuso

sincronie6

Sincronie Festival. DATA: E. Domnitch & D. Gelfand, Hidden Worlds screening

Il 15 dicembre 2009 Digicult ha presentato DATA, terzo ed ultimo appuntamento del festival Sincronie 2009. Sincronie è una rassegna di musica contemporanea e sperimentale nata nel 2003. DATA è un evento e una riflessione critica sulla relazione esistente tra arte contemporanea e scienza, sulla base di processi matematici, numeri, astrazioni logiche e formule
flaisch2

Thorsten Fleisch: Mostra e Screening

Digicult ha presentato per la prima volta in Italia il lavoro di Thorsten Fleish, artista e filmaker tedesco, autore nel 2003 del film Gestalt, uno dei risultati più alti nell'ambito dell'arte audiovisiva contemporanea, premiato con una Menzione d'Onore al festival Ars Electronica 2003. I suoi lavori vengono considerati, come accade solo raramente, opere senza tempo che rimarranno negli anni, stagliandosi nel caso creativo di questo nostro tempo.
grl9

Graffiti Research Lab: Enzimi Festival 2007

Marco Mancuso ha collaborato, a nome di Digicult, con il Festival Enzimi di Roma come curatore, invitando Graffiti Research Lab per la prima volta in Italia. G.R.L. sono un think tank di New York che unisce tecnologie open source a pratiche di attivismo metropolitano di writer e artisti. G.R.L. hanno presentato il loro progetto L.A.S.E.R. TAG e i divertenti Led Throwies.
screenmusic8

Screen Music 1: Festival della Creatività 2006

Screen Music è un progetto di Gianni de Simone, con la curatela di Marco Mancuso , e realizzato con la preziosa collaborazione di Andrea Mi, Direttore di Videominuto e Federica Linke di Basebog. Nel solco della sperimentazione contemporanea all’interno delle nuove discipline multimediali, gli artisti invitati a esibirsi all’interno della splendida location del Teatrino Lorenese della Fortezza da Basso a Firenze
share1

Wave: Piemonte Share Festival 2005

La sezione Wave del Piemonte Share Festival 2005 a cura di Marco Mancuso, ha visto la collaborazione di Digicult nell’ambito della sezione audiovisiva del festival che si è tenuta presso la sede dello Spazio Atrium a Torino. Wave ad Atrium è pensata per interrogare i confini esplorati ed inesplorati della sperimentazione audiovisiva, attraverso l'invito di artisti italiani di riferimento come Pirandelo e Otolab.
//