NOME Gallery - Berlin
16 / 02 / 2017 – 08 / 04 / 2017

NOME è lieta di presentare la prima personale in Europa di Kristen Stolle, “Proceed at Your Own Risk”. Kristen Stolle indaga sull’influenza globale delle aziende chimiche sulle nostre risorse alimentari ed esplora il legame tra gli interessi delle imprese e la salute pubblica. I collage, i disegni e le installazioni site-responsive di Kristen Stolle, la quale utilizza il panorama dell’America del secondo dopoguerra, indagano sulle iniziative propagandistiche delle imprese, sulle politiche ambientali e sulla biotecnologia.

Nella sua mostra d’esordio al NOME, l’artista presenterà due tipi di lavoro: Mosanto Intervention, una sequenza di collage delle pubblicità editoriali censurate della Monsanto Chemical Company; e Animal Pharm, dei collage che rispondono all’uso discutibile delle modificazioni genetiche negli animali da parte dell’industria farmaceutica.

Usando come materie prime i libri di medicina del XX secolo, i cataloghi agricoli e le pubblicità dei giornali degli anni ’50, i collage della Stolle affrontano il settore delle narrative. In Mosanto Intervention, l’artista ricostruisce le pubblicità dei giornali post bellici per inquadrare nuovamente la messaggistica delle aziende e per rivelarne i veri programmi. I suoi testi, modificati e spesso poetici, fanno anche accenno a eventi storici e omissioni che ricordano i documenti ufficiali redatti dal governo statunitense.

proceed1

proceed2

Confrontandosi con la fiaba distopica “La Fattoria degli Animali” di George Orwell, Animal Pharm mette insieme le critiche sull’uso dell’ingegneria genetica sugli animali per realizzare prodotti medicinali. L’eliminazione dell’immaginario delle attrezzature mediche e dell’agricoltura della Stolle, accennano ad ambienti bizzarri o verosimili. Il lavoro di Kristen Stolle, impegnata nel rivelare il ruolo che l’influenza delle aziende gioca sulla nostra salute, invita a prestare attenzione e offre l’opportunità di intrattenere un dialogo costruttivo.

Kristen Stolle (nata in Massachusetts nel 1967) è una visual artist che lavora tramite collage, dipinti e installazioni site-responsive. La sua pratica basata sulla ricerca pone le basi nell’indagine sulla propaganda delle aziende e del governo, sulle politiche ambientali e sulla biotecnologia. Il suo lavoro fa parte delle collezioni del San Jose Museum of Art (CA), del Minneapolis Institute of Art (MN), e del Crocker Art Museum (CA). Le mostre indipendenti statunitensi includono il Southeatern Center for Contemporary Art (NC), il Turchin Center for the Visual Art (NC) e Dolby Chadwick Gallery (CA). I suoi lavori sono stati pubblicati, tra gli altri, da Poetry Magazine, Made in Mind, Spolia Literary Magazine e New American Paintings. Kristen Stolle attualmente vive e lavora a Marshall, nel North Carolina.


http://www.nomeproject.com/

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn