Capita spesso che quando si ha in mente un progetto o qualcosa da ricordare, l’idea sfugga, o per una chiamata sul cellulare improvvisa o perché qualcuno distoglie il pensiero con qualche altro argomento. In questi casi non bisogna pensare che l’idea era solamente qualcosa di futile, perché a volte è proprio dai piccoli pensieri che si può creare l’impossibile.

Le migliori opere non sono state scritte sapientemente su di un semplice foglio, erano idee che venivano in qualsiasi ora del giorno o della notte, frasi che dovevano essere ricordate. Anche le canzoni d’oggi vengono scritte da grandi cantautori con questo metodo. La creatività non può essere rilegata ad una specifica ora del giorno, il flusso di pensieri nella mente è continuo e non è possibile pensare di poterlo fermare così da utilizzarlo quando più se ne ha voglia.

Tutto intorno a noi è fonte d’ispirazione: dalla bambina che attraversa la strada avendo in mano un palloncino, ai grandi palazzi della città. Quando si vuole pianificare un progetto si utilizza lo stesso metodo. Il confronto con le altre persone è inevitabile, bisogna esporre le proprie opinioni e ascoltare quelle di chi ci sta attorno. Ricordare tutto però è impossibile, basterebbe una semplice penna o una matita, per riuscire ad avere tutto a portata di mano.

Dimenticare quel che si è pensato non è solamente un “problema” delle persone adulte, qualsiasi pensiero, colore o suono, può allontanare le mille frasi che girovagano nella testa. Annotare tutto al di sopra di un taccuino è importante, durante un viaggio, ad esempio, non mancano le esperienze positive. Si ha in tasca un blog personale dove scrivere le esperienze più belle mai vissute, i posti dove si è andati, i luoghi da evitare, è un promemoria continuo, oltre ad avere una sua storia alle spalle.

Le passioni così vengono coltivate, niente è lasciato al caso e tutto può essere ricordato e pianificato. Riuscire ad annotare tutto significa possedere un tesoro, una memoria di ferro che non ha limiti. Bisogna capire però come questa possibilità possa essere sfruttata al meglio. Non si deve necessariamente possedere il dono della scrittura, le frasi scritte al di sopra non devono essere grammaticalmente corrette se non lo si desidera, perché nel proprio block notes si può scrivere di tutto, quando e come si vuole, lo si deve usare come fonte sicura dove attingere per ricordare.

Riuscire a trasformare i propri pensieri e riportarli su di un foglio è semplice, soprattutto per le persone che si lasciano trascinare dalle emozioni. Disegnare non sarà più un’utopia, basta un foglio e una matita e si può dar libero sfogo alla propria fantasia. Il processo creativo è favorito da elementi che ci fanno sentire a nostro agio, come un posto nel quale ci sentiamo sicuri o un elemento che ci riporti a un ricordo piacevole. Per ottenere un risultato più personale è importante trovare qualche strumento che renda unici i nostri elaborati: può essere una buona idea farsi stampare un block notes personalizzato, operazione facilmente realizzabile online, sul quale apporre qualche segno distintivo che ci faccia sentire che quello che stiamo facendo ha davvero un tocco personale e che distingue il nostro lavoro da quello del resto del mondo.

Annotando tutto si può rivivere storie del passato, la mente trasforma i pensieri e basta solamente scrivere per poter ripercorrere degli attimi vissuti anche in futuro. Anche chi riesce a ricordare tutto può utilizzare un taccuino. Al di sopra è possibile pianificare dei progetti, scrivere delle bozze da poter modificare continuamente, o cancellare tutte le considerazioni errate.

Scrivere è tra le prime forme di ragionamento, si riesce a render chiari i propri pensieri così da poterli esporre liberamente senza la paura di non rendere l’idea scontata. E’ da sempre tra le prime forme di dialogo, dopo quello verbale, che permette di non dimenticare i dettagli di tutti i ragionamenti fatti. Scrivendo le proprie riflessioni, i disegni, i progetti saranno sempre impressi, è un metodo utilizzato per il proprio piacere, per rivedere quel che si è fatto nell’arco della giornata, non a caso un antico proverbio riporta le parole “verba volant, scripta manent”, ovvero le parole volano, gli scritti rimangono.

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn