Galerie Antoine Ertaskiran- Montreal
Until 29 / 10 / 2016

La Galerie Antoine Ertaskiran è lieta di presentare Transmutations per celebrare la prima personale dell’artista canadese, Jessica Eaton. Con l’ausilio di una fotocamera analogica di grandi dimensioni, l’artista indaga la natura ontologica della fotografia, analizzandola fino alle sue componenti elementari e riorganizzandola in forme nuove e persuasive.

La Eaton metterà in mostra alcuni estratti provenienti da tre sue nuove opere. Pictures for Women, un omaggio ad artisti di sesso femminile, celebra esempi dei loro lavori attraverso la manipolazione degli aspetti tecnici di una fotocamera. Prendendo spunto dalle sue opere precedenti come cfaal 18 (mb RGB) in cui ha sperimentato l’uso controllato della sfocatura in movimento, ora l’artista sta realizzando e creando dei set cinetici in cui il soggetto in azione diviene una danza per l’occhio della fotocamera.

Ma sono le immagini prese dalla serie Revolutions a mettere in piedi tali allestimenti cinetici, in questo caso utilizzando una scala di grigi monocromatica progettata dalla stessa Eaton e, spesso, registrata grazie ai suoi esperimenti tipici che creano il colore mediante le tecniche RGB di separazione additiva. La serie Transition segue Cubes for Albers and LeWitt, in qualità di opera strutturata che si avvale di metodi di produzione modulari basati su un set fisso di variabili. Queste opere indagano nuove strategie per la produzione del colore mediante la separazione additiva e sperimentano effetti ottici ormai sempre più complessi.

eaton1

Il suo forte interesse per la teoria dei colori, per la scienza dell’ottica, per il sistema visivo umano e la storia della fotografia, conducono la Eaton a produrre opere che sfidano il medium in quanto surrogato visivo. I suoi esperimenti fotografici infatti rappresentano un’esplorazione metaforica e poetica del modo in cui percepiamo la realtà, immaginando metodi sempre diversi di processare le informazioni.

Jessica Eaton (1977, Regina, Saskatchewan) ha conseguito la Laurea in Belle Arti alla Emily Carr University of Art and Design di Vancouver. Le sue mostre includono Wild Permutations presso il Museum of Contemporary Art di Cleveland; Flash: Jessica Eaton presentato al California Museum of Photography, a Riverside; e Ad Infinitum presso la Photographers’ Gallery di Londra. La Eaton è stata inclusa in moltissime collettive, tra cui Under Construction – New Positions in American Photography al Foam Fotografiemuseum di Amsterdam; Process and Abstraction al Cleveland Museum of Art’s Transformer Station; Color Acting: Abstraction Since 1950 al Museum of Fine Arts di St. Petersburg in Florida; la Québec Triennial al Musée d’art contemporain di Montréal; Photography is Magic alla Daegu Photography Biennale; e Phantasmagoria alla Presentation House Gallery di Vancouver.

eaton3

Quest’anno, la Eaton è stata nominata per il prestigioso Sobery Art Award. Tra le testate giornalistiche più importanti che hanno riconosciuto il suo lavoro, si ricordano: “Il New York Times”, “Il New Yorker”, “Art in America”, “ARTnews” e il “The Guardian”. È possibile trovare una sua opera nelle collezioni pubbliche esposte, tra i tanti, alla National Gallery in Canada e al Musée d’art contemporain de Montréal. Jessica Eaton vive e lavora a Montréal.


http://www.galerieantoineertaskiran.com/

http://www.jessicaeaton.com/

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn