“Siamo interessati all’informazione, non alla musica in quanto tale. E crediamo che tutto il campo di battaglia, ammesso che ve ne sia uno nella condizione umana, riguardi l’informazione” .

“Il processo è il prodotto. Se lanci un’azione, essa si svilupperà”.

Genesis P-Orrige, da Industrial Culture Handbook .

Genesis P-Orrige è una figura controversa nell’ambito delle avanguardie culturali degli ultimi 30/40 anni. Ha influenzato generazioni di musicisti e artisti, anche se è stato più volte frainteso, essendo il suo lavoro così difficile da definire. L’iter artistico di Genesis comincia nel 1969 con la fondazione di un collettivo di performer chiamato COUM Transmissions, che promosse azioni anti-establishment di scardinamento dei meccanismi sociali in una dimensione ludica.

Nel 1973 a Londra Genesis fonda uno studio di ricerca, Death Factory, e comincia la trasformazione del suo background espressivo: l’immaginario diventa violento e più radicale. Durante le performance, il corpo viene usato come una tela bianca: atti autolesionistici, rapporti sessuali, uso di secrezioni. Le ossessioni personali sono vissute, raggiungendo livelli impensabili di tollerabilità fisica e morale. L’identità viene frantumata, mettendo a nudo la fragilità del corpo straziato. Una provocazione che evidenzia il disagio diffuso nell’affrontare certi temi. Riproducendo ciò che è vietato, si cerca di innescare una riflessione, un processo catartico di liberazione dalle convenzioni e di attacco al perbenismo.

La mostra documentaria Prostitution (1976) all’ICA di Londra, sponsorizzata dal British Council, viene attaccata per oscenità dalla stampa. Il titolo indica la mercificazione dell’immagine attraverso la stampa, introducendo un discorso legato alle tematiche dell’informazione e della sua manipolazione. Questo atto segna il definitivo allontanamento dei COUM dal circuito dell’arte. COUM in realtà non finisce, cambia solo forma.

.

Il passo successivo si chiamerà Throbbing Gristle, e sarà un gruppo musicale. La musica assume importanza per il desiderio di estendere l’influenza su un pubblico diverso, ma si aggiungono anche nuovi elementi espressivi: video, grafica di materiali cartacei, costruzione di strumenti musicali. L’aspetto performativo resta comunque presente, la musica è solo un ulteriore canale da sfruttare: l’interesse era far sì che i diversi mezzi si contaminassero, ogni dettaglio aveva ugual peso, dalla messa in scena al packaging del disco, alla grafica delle loro pubblicazioni di propaganda, alla musica.

L’universo tematico dei TG si incentra su realtà estreme quali la sessualità, la crudeltà, la manipolazione, portando alla luce zone oscure della psiche. I performer vivono le loro ossessioni e paure e sperimentano sulla loro pelle le pulsioni più inconfessabili. La diffusione dell’informazione resta un punto focale, per smascherare i meccanismi di manipolazione attraverso un uso particolare dell’informazione stessa. Una continua metamorfosi sonora e visiva contraddistingue i TG, nel desiderio di non essere classificati: “garantiamo delusione” sarà il loro leit motiv.

.

All’interno di Death Factory Genesis fonda l’etichetta discografica Industrial Records che definirà i canoni della musica industrial, un fenomeno in controtendenza rispetto al mercato. Con un’idea di produzione in cui la musica veicolava contenuti altri, si dà vita a un circuito che prevede l’introduzione in musica del rumore, l’utilizzo della tecnologia sotto forma di sintetizzatori e campionatori, l’ibridazione delle performance musicali con elementi multimediali come video e azioni performative, l’inserimento di elementi extramusicali come estratti letterari e cinematografici, e un apparato iconografico provocatorio.

Con la concertazione di questi diversi elementi si cercava di rappresentare una realtà di decadenza urbana attraverso un’appropriazione dei suoni “del reale” fino a quel momento inutilizzati. Quando i TG capiscono di essere percepiti come un “gruppo estremo” annunciano la loro separazione nel 1981.

.

Genesis darà allora inizio al progetto musicale Psychic TV, come elemento di un sistema più ampio chiamato Temple of Psychic Youth , network nato per “de-programmare” le persone, liberando gli impulsi diversi da quelli suggeriti dalla morale comune. Il tempio era rappresentato da diversi access point in Europa, America, Canada, e fece circolare una quantità enorme di materiale audio, video e cartaceo. Continua inoltre la ricerca sul corpo: piercing, branding, scarificazioni rituali, tatuaggi: sono pratiche compiute nel tempio, nella convinzione che tali rituali portino ad accrescere la consapevolezza interiore. Psy tv si orienterà poi verso la scena acid-house, producendo anche dischi sotto diversi pseudonimi come dj megatrip o jack the tab , ed esplorando la cultura rave nei suoi aspetti tribali.

.

Nel 1992 la polizia fa irruzione nell’appartamento di Genesis a Londra. Egli viene allontanato dalla Gran Bretagna come cittadino indesiderato, con accuse che variano dal satanismo alla pedofilia. Genesis si rifugia in California, entrando nella locale scena rave e continuando a portare avanti le sue pratiche ritualistico-esoteriche. In tempi recenti, però, il signor P-Orrige è stato invitato a tornare nel suo paese d’origine, e si è esibito col patrocinio della regina al Royal Festival Hall. Oggi lui e la moglie si sottopongono a operazioni di chirurgia plastica per somigliarsi fisicamente, poiché anche la distinzione dei sessi è per Genesis un pregiudizio da superare. Al di là di ogni giudizio personale sulle sua attività, va sottolineata la grande coerenza di P-Orrige nelle convinzioni fondanti delle sue azioni.


www.genesisp-orridge.com

www.throbbing-gristle.com

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn