LYNfabrikken BOX - Aarhus
11 / 08 / 2017 - 20 / 10 / 2017

Ne è passato di tempo da quando, durante la Dutch Design Week del 2016, Lene Rønfeldt e Jeppe Vedel della LYNfabrikken di Aarhus si sono imbattuti nelle bolle di sapone meccaniche prodotte da Jetske Visser e Michiel Martens. I due giovani designer e i loro esperimenti con le forme, i movimenti e la percezione dello spazio si sono certamente ritagliati un loro spazio e negli ultimi mesi il duo ha ricevuto numerosi riconoscimenti in tutto il mondo.

Solo per citarne qualcuno, hanno esposto la loro opera al Wanted Design a New York e alla Design Week a Milano. Adesso stanno per arrivare ad Aarhus in Danimarca, portandosi dietro le loro enormi bolle meccaniche per l’istallazione reflecting HOLONS.

L’opera esamina la relazione tra visuale e materiale, proprio come fanno molti dei loro lavori: Martens e Visser creano momenti volatili, inafferrabili, ma allo stesso tempo molto reali, specifici e correlati alla texture dei materiali utilizzati. Con reflecting HOLONS la fragilità organica e l’essenza in qualche modo priva di peso delle bolle di sapone è costituita da materiali e meccanismi fisici e molto reali.

Un’illusione semplice con un effetto complesso

I lavori verranno installati nel piccolo spazio artistico BOX che si trova a Vestergade, nel centro di Aarhus. Lo spazio della mostra è chiuso, ma la stanza singola in pochi metri quadri e con la sua vetrina fa sì che i passanti possano darvi un’occhiata 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Delle strisce di alluminio poste su un motore rotante creano l’illusione che si tratti di enormi bolle di sapone.

L’associazione di materiali, fisica e meccanica crea un’illusione relativamente semplice, ma con un effetto piuttosto complesso. L’installazione motorizzata riflette luci e colori, e sembrerà un insieme di grandi bolle di sapone fluttuanti, che si muovono e cambiano forma di continuo.

L’installazione può scatenare curiosità riguardo ai materiali nel contrasto tra il meccanico e l’organico, e, inoltre, le bolle di sapone possono suscitare i ricordi dei giochi con acqua e sapone nel giardino di casa. Ma, allo stesso tempo, è fisicamente impossibile che quelle che fluttuano nella piccola stanza , senza apparente interferenza umana, siano realmente delle gigantesche bolle di sapone.


http://www.lynfabrikken.dk/

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn