Design Museum - Barcelona
06 - 08 / 04 / 2017

Dal 6 all’8 aprile l’OFFF festival sbarca al Museo del Design di Barcellona, dopo aver girato varie città in Belgio, Messico, Stati Uniti, Russia, esportando a livello mondiale il talento creativo locale. Nomi del calibro di Domestic Data Streamers, FolchStudio, Ivan Bravo, Imascono saranno i protagonisti di un’edizione ricca di talenti locali. La sfida per il 2017 è valorizzare le comunità locali e metterle in contatto con le figure più influenti a livello internazionale, grazie alla collaborazione del Blanc Festival, dello studio Mucho e degli eventi di design organizzati da Play Restart

L’evento è diventato la vetrina delle nuove tendenze per quanto riguarda l’immagine e il gusto estetico, con le ultimissime novità nel campo del design, della musica, della fotografia, della pubblicità, del cinema e dell’editoria. Una full immersion creativa di tre giorni, oltre sessanta interventi dei maggiori designer locali e internazionali. Tre palchi: Roots, Open Room, e la grande novità del terzo scenario “AND …”, uno spazio che ospiterà le figure più influenti della nazione.

L’obiettivo per quest’anno è far crescere la comunità creativa nazionale ed inserirla nella rete degli artisti internazionali. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione di Festival Blanc, che si è offerta di curare il calendario di una giornata, e dei membri dello studio Mucho di Barcellona, con Why Talks e Play Restart, presenti anche negli eventi di design di Madrid. Per la prima volta un festival invita altri festival a partecipare attivamente alla programmazione: è un modo per creare sinergie, con l’obiettivo di valorizzare la comunità creativa e darle una posizione di rilievo all’interno della comunità globale di cui fanno parte gli artisti invitati.

offf3

A tal proposito, è importante sottolineare il calibro dei designer e degli artisti coinvolti: Michelle Dougherty è una designer che vanta tra i suoi lavori il titolo della serie di Neflix Stranger Things e Vynil della HBO, regia di Mick Jagger; Vaughan Oliver, fra i designer di copertine più innovativi e prolifici degli ultimi trent’anni, è noto per aver disegnato le copertine di gruppi musicali come i Pixies, per le quali ha vinto due Grammy come miglior copertina; Anne Atkins, specializzata in graphic design per le produzioni cinematografiche, ha ideato alcune scenografie dell’universo creativo di Wes Anderson in “Grand Budapest Hotel”, oltre che i documenti antichi del leggendario Titanic. Ha inoltre lavorato nell’ultimo film di Spielberg, “Il Ponte delle Spie”. Infine Lance Wyman, graphic designer del noto logo delle Olimpiadi del 1968 in Mexico. E questi sono solo alcuni degli artisti di spicco presenti.

Domestic Data streamers è una start-up di Barcellona attiva nella ricerca di nuovi formati per la trasmissione dati. Ha realizzato progetti in oltre 14 paesi, lavorando per musei, istituzioni e organizzazioni varie in tutto il mondo, tra cui California Academy of Sciences, Qatar Foundation, UNICEF e Spotify. Ha vinto anche svariati premi, tra cui il City of Barcelona Prize 2015.

Ivan Bravo è un disegnatore, designer e direttore creativo che mira a scovare la relazione intima fra le immagini e l’osservatore, dando spesso un tocco scherzoso e divertente ai suoi lavori. Fra le altre cose ha realizzato le illustrazioni dei monumenti catalani sulle lattine di Coca-cola, l’identità grafica dei laboratori Creactivity del CosmoCaixa Centre e il video della campagna per la candidatura di Jaume Collboni a sindaco di Barcellona.

offf2

Imascono è un’azienda dell’Aragona specializzata nella creazione di progetti per la Realtà Aumentata e la realtà virtuale, app di giochi e spazi interattivi per i marchi. Ha partecipato di recente alla creazione dell’app di Realtà Aumentata “”Your Tale in the Kitchen” promossa da Ferran Adrià, Diseño e Telefónica.

Atipus è uno studio di graphic design con sede a Barcellona. È attivo in diversi settori, con una specializzazione in corporate identity, confezionamento e web design. Crede in un design concettuale, semplice e creativo. Fra i suoi principali clienti il Comune di Barcellona, Barcelona Activa, CCCB, Autonomous University.


http://offf.barcelona/

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn