Volkswagen Group Forum - Berlin
01 / 07 / 2016 - 27 / 08 / 2016

DRIVE Volkswagen Group Forum è lieto di presentare la quinta mostra di Ars Electronica Linz. Sotto il titolo Human Factor – Endless Prototyping, più di 50 artisti internazionali esplorano il conflitto tra le opportunità e i rischi del progresso artificiale. La mostra comprende un programma collaterale con performance, workshop e seminari.

Human Factor presenta opere d’arte che si occupano delle questioni e delle sfide principali legate all’era digitale e che riflettono sulla presenza umana in un ambiente sempre più ingegnerizzato. Con stimolanti prototipi d’interfaccia tra arte e scienza, artisti di tutto il mondo presentano le loro strategie per affrontare ciò che, nel mondo odierno, è considerato incerto e imponderabile.

Tra i lavori presentati alla mostra c’è Sculpture Factory di Davide Quayola. Ispirato dalla tecnica del non finito di Michelangelo, l’artista utilizza un robot industriale specificamente programmato per plasmare infinite variazioni del famosissimo Gruppo del Laocoonte da un blocco in polistirene espanso. L’intelligenza imparziale della macchina assume il ruolo dell’artista e crea le “sue” versioni di una delle opere più importanti delle arti visive.

humanfactor2

Un’altra opera è Environment Dress 2.0 di María Castellanos e Alberto Valverde. Gli artisti hanno sviluppato un sistema di computer indossabile che non ha solo la funzione di capo d’abbigliamento, ma che misura anche l’aggressività dell’ambiente circostante, analizzando il modo in cui questo influenza l’umore e il comportamento umano.

Con Instruments of the Afterlife, Michael Burton e Michiko Nitta si chiedono se le future generazioni saranno in grado di usare la contaminazione e l’inquinamento che lasciamo alle nostre spalle per costruire il loro futuro. Gli artisti presentano una serie di nuovi strumenti basati sulla biologia sintetica e la nanotecnologia per delineare un futuro post-spreco. Nell’installazione teatrale Human Study#1, 3RNP di Patrick Tresset, viene abbozzato un soggetto umano da parte di un gruppo di robots che fungono e sostituiscono gli artisti.

Nella loro opera Rare Earthenware, Unknown Fields Division, uno studio di ricerca di design nomade diretto da Liam Young e Kate Davies, segue la catena di rifornimento globale delle tecnologie moderne. Il progetto segue le radici delle componenti elettroniche di lusso fino ai siti minerari dove elementi terrestri rari vengono rubati dal pianeta.

humanfactor3

Artisti presenti alla mostra:Ars Electronica Futurelab (Austria) / bioMASON, Inc. (USA) / Daniel Boschung (Svizzera) / Michael Burton (GB) e Michiko Nitta (Giappone) / uh513: María Castellanos (Spagna) e Alberto Valverde (Spain) / Florina Costamoling (Austria) / Teresa Dillon (Irlanda), Naomi Griffin-Murtagh (Irlanda), Claire Dempsey (Irlanda) e Aisling McCrudden (Irlanda) / Nick Ervinck (Belgio) / Golan Levin e Shawn Sims (USA) / Istituto Europeo di Design – IED (Italia): Cesare Griffa, Mohamed Awaty, Victória Calil Barriatto, Anirudh Datta, Giulia Del Din, Samuel Fiolis e Riccardo Rigo / Leibniz-Institute of Freshwater Ecology and Inland Fisheries (Germania) (Danimarca) / Tobias Nolte (Germania), Andrew Witt (USA), Michael Degen (USA), Jason Tucker (USA) e Simon Epstein (GB) / Julian Melchiorri (Italia/GB) / Gavin Munro (GB) / Agnes Meyer-Brandis (Danimarca) / Jennifer Lyn Morone (USA) / Afroditi Psarra (Grecia) e Dafni Papadopoulou (Grecia) / Quayola (Italia) / Karl Julian Schmidinger (Austria) e Joschi Viteka (Austria) / BCL: Georg Tremmel (Austria/Giappone) e Shiho Fukuhara (Giappone) / Jacob Tonski (USA) / Patrick Tresset (Francia/GB) / Unknown Fields Division (GB/Australia) / YQP: Maximilian Hoch (Germania), Manuel Urbanke (Austria) e Florian Dohmann (Germania).

DRIVE. Volkswagen Group Forum è la piattaforma di comunicazione di Group a Berlino. Inaugurata nel 2015, questa è la prima volta che Volkswagen Group ha esposto insieme tutti i 12 marchi con Financial Services AG in qualsiasi parte del mondo. DRIVE è la piattaforma per i problemi di mobilità in Group, che si riflettono in una serie di brand e mostre a tema, aventi un ampio programma di eventi collaterali.

humanfactor4

Ars Electronica è composta da sei divisioni: Ars Electronica, Prix Ars Electronica, Ars Electronica Center, Ars Electronica Futurelab, Ars Electronica Solutions e Ars Electronica Export. Fin dal 1979, Ars Electronica ricerca interconnessioni attraverso i regni dell’arte, della tecnologia e della società.


http://www.drive-volkswagen-group.com/

http://export.aec.at/humanfactor/en/projects/

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn