Suono

vynil1

Non solo una questione di nostalgia: amare il disco in vinile nell’era digitale

Il ritorno dell'uso dei vinili è uno sguardo nostalgico al passato o una reazione al digitale verso pratiche uditive diverse e più sensoriali? Vinyl: the Analogue Record in the Digital Age, un libro del 2015, scritto da Dominique Bartmanski e Ian Woodward affronta proprio questo tema in un'ottica storica, singolare e per nulla non scontata.
lifeecho1

Justin Wiggan: Life Echo

Fino Gennaio al BOM di Birmingham è visitabile Life Echo, l’esperimento rivoluzionario di Justin Wiggan, che intreccia suono e memoria. Progetto nato in collaborazione con il John Taylor Hospice di Erdington, è un viaggio intimo attraverso i ricordi, al fine di individuare gli inneschi sonori più importanti nella vita di una persona.
zimoun1

Zimoun: 605 prepared dc-motors, cardboard boxes

Inaugura sabato 22 ottobre alle 18.00 nell'ambito di NODE festival, “605 prepared dc-motors, cardboard boxes”, prima mostra personale in un museo italiano dell’artista svizzero Zimoun, noto per le sue opere che uniscono sound art e architettura degli spazi.
atlas1

Atlas Festival 2016

Incoraggiando la collaborazione tra artisti, musicisti, performer e dj appartenenti a diverse generazioni e realtà, Atlas intende offrire al pubblico un viaggio cognitivo e sensoriale, ricco di contaminazioni e stimoli audiovisivi, in cui l'esperienza intima di ogni spettatore diverrà parte integrante degli spazi e ambienti sensibili.
node1

NODE Festival 2016

NODE ritorna. Il festival dedicato alle arti elettroniche e digitali riparte per la sua ottava edizione ospitando artisti provenienti da tutto il mondo che esplorano le diverse stratificazioni del suono nei punti di intersezione con le discipline multimediali e le arti visive.
choi1

Ahata Anahata: Manifest Unmanifest IX di Jung Hee Choi

L'installazione multimediale Ahata Anahata, Manifest Unmanifest IX di Jung Hee Choi è visitabile al MELA Foundation di New York. L'artista famosa per le sue composizioni ambientali fatte di disegni, luci e suoni, in quest'opera invita lo spettatore a immergersi in un'atmosfera che lo spingerà oltre il reale, quasi a toccare altri mondi
AbuHamdan4

Lawrence Abu Hamdan: le implicazioni politiche del suono e del silenzio

(English) Lawrence Abu Hamdan is an artist, researcher, and private ear born in 1985 in Anman , Jordan and currently based in Beirut. In a few years he has achieved an expanded public due to his artistic and scientific research. He analyzes on the one hand surveillance technologies and forensic listening practices ( within legal hearings ) and on the other hand he focuses on language and phonetic comparisons of legal or political issues
palmer1

Il suono dell’assenza: Katrina Palmer e il dialogo tra scultura e narrazione

Ed è in quella materia scolpita che si fa parola che si rintraccia l'elemento chiave delle opere dell'artista Katrina Palmer. Oggetti quotidiani, paesaggi naturali e luoghi abbandonati divengono narrazioni sonore e scultoree che trasportano lo spettatore in una dimensione altra dell'esistente e del proprio essere, toccando l'immaginario.
TheasterGates1

Theaster Gates: How to Build a House Museum

Fino a Ottobre all' Art Gallery of Ontario di Toronto, sarà in mostra Theaster Gates con How to Build a House Museum. Una mostra che ripercorre la memoria e le conquiste del popolo nero attraverso suoni, danze, video, dipinti e atmosfere clubbing organizzati in sei case-museo simboliche, che trasportano lo spettatore in un'altra realtà
csm_1240x300_CTM_radiocall2_7e7967ead9

CTM 2017: Radio Lab Call for Works. Deadline: 28/08/2016

La call progetti sonori inusuali che uniscono il medium radiofonico con il potenziale della live performance. La call è aperta ad artisti nei campi della musica sperimentale, dela sound art, della radio art, del new radio drama, e della performance. I due lavori commissionati saranno presentati in anteprima al CTM 2017 Festival di Berlino, e trasmessi nel programma della Deutschlandradio Kultur’s Klangkunst.
Allora 1

Allora & Calzadilla: Echo to Artifact

Allora & Calzadilla: Echo to Artifact è la prima mostra d’arte in Canada degli artisti di fama mondiale Jennifer Allora e Guillermo Calzadilla. Le opere sono il risultato di un viaggio di ricerca ad Alberta nel 2014, e riflettono sulla natura del suono, della musica e della voce come modo di animare le forme naturali e i manufatti antropici.
trafo 1

Sound Systems

Tra Giugno e Dicembre 2016 al TRAFO Center for Contemporary Art di Szczecin, saranno presentate una serie di installazioni sviluppate intorno al tema del suono. L'evento si inaugurerà con l'opera The Forty Part Motet di Janet Cardiff e proseguirà con Sound Systems, un insieme di lavori sonori site-specific scelti da Marie-Eve Lafontaine.
brian eno 1

Brian Eno: The Ship

Brian Eno illustre musicista, compositore e produttore, è anche un famoso artista visuale le cui opere sono riconosciute in quasi tutto il mondo. Dopo il 1992, torna in Danimarca per presentare la sua ultima installazione: The Ship. Un lavoro multidimensionale sonoro creato appositamente per la stanza espositiva del Kunsthal Charlottenborg.
cairotronica5

CairoTronica: si accende la primavera elettronica al Cairo

Se pensiamo all'Egitto in questo periodo, probabilmente non ci vengono in mente molte cose positive, soprattutto guardando al mondo dell'arte e della cultura e al doloroso tema della libertà d'espressione. Eppure qualcosa di buono succede anche là. Per esempio, la prima edizione del Cairo International Electronic and New Media Arts Symposium, più conosciuto come CairoTronica
gruska6

Le proprietà psicoacustiche del suono: un’intervista con Jonáš Gruska

Jonáš Gruska è un artista che esplora le molteplici sfaccettature del suono e crea persino gli strumenti con il quale le registra. Ha studiato presso l’Istituto di Sonologia a l’Aia e alla Music Academy a Cracovia. Nel suo lavoro sul suono, punta l’attenzione sui ritmi caotici e l’esplorazione delle proprietà psicoacustiche del suono e del field recording.
barbieri1

Caterina Barbieri: nuove tattiche per mutanti elettronici

Caterina Barbieri è una giovane musicista e performer elettroacustica italiana, classe 1990, che vive e lavora all’estero. La musica di Caterina scaturisce da una concezione pan-armonica dell’universo sonoro, cui il compositore deve sintonizzarsi per poi procedere tramite sottrazione per la creazione della propria musica
//