Open

gameseuroplays1

The Games Europe Plays. Body-Tech

La mostra The Games Europe Plays – BODY-TECH presenta i lavori di artisti interattivi e creatori di giochi del Regno Unito e dell'Europa continentale, provando a immaginare come abiteremo i nostri corpi sia fisici che virtuali. Rivolge inoltre uno sguardo spensierato sulle tecnologie digitali e a come queste agiscano sulla nostra vita.
iminds7

Quando l’Innovazione Digitale incontra l’Industria: il modello iMinds

iMinds è un’organizzazione no-profit fiamminga, dedita all'innovazione digitale per la società e l'economia grazie agli studi strategici applicati sulle tecnologie. Offrendo alle organizzazioni un sostegno attivo nello sviluppo della ricerca e del business e, incoraggiando gli imprenditori tecnologici a portare le loro innovazioni in vita
Energy Flash 1

Energy Flash — The Rave Movement

Energy Flash - The Rave Movement è la prima mostra museale a considerare i rave nella loro sfera politica, tecnologica, sociale ed economica. Comprendente progetti interdisciplinari provenienti da diversi campi artistici, la mostra si pone l'obiettivo di restituire al fenomeno dei rave il suo valore culturale, spesso sottovalutato o rifiutato.
heritage1

L’impatto socio-economico del patrimonio culturale sulle comunità

E' palese il cambio di paradigma avvenuto negli ultimi anni per quanto riguarda la valutazione del potenziale in termini sociali ed economici del patrimonio culturale: il passaggio da una concezione centrata sulla conservazione ad una centrata sul valore, testimoniata in maniera limpida dal Protocollo di Faro del 2005 - promosso dal Consiglio d’Europa
Holbaek 1

An Age of Our Own Making

An Age Of Our Own Making è una mostra che si svolge in tre città danesi differenti, con lo scopo di avviare una riflessione intorno alla condizione umana attuale. Ecologia, libertà e spazio politico sono alcuni temi che gli artisti useranno nelle loro opere per rintracciare l'umano e il suo stato all'interno della società contemporanea.
reset modernity 1

Reset Modernity!

Presso il ZKM (Centro per l’Arte e la Tecnologia dei Media) di Karlsruhe è presente la mostra collettiva Reset Modernity! Che spinge i visitatori a sperimentare la modernità resettata, ossia a reindirizzare i segnali confusi suggeriti dalla nostra epoca, intraprendendo percorsi alternativi in cui le nostre scelte divengono primarie.
As rights 1

As Rights Go By. Sull’erosione e la negazione dei diritti

Al freiraum Q21 INTERNATIONAL di Vienna è presente As Rights Go By - Sull’Erosione e la Negazione dei diritti, una mostra collettiva che analizza le implicazioni della globalizzazione e della sorveglianza sui diritti civili e umani. Gli artisti usando opere video, installazioni e le nuove tecnologie esplorano questo nuovo scenario, così vicino a noi.
unit 1

#unit: Connecting Unicorns. Il primo Tech Festival queer del mondo

E' in arrivo la seconda edizione del festival queer di tecnologia, che ancora una volta si svolgerà presso il Postbahnhof Club di Berlino. Il festival #unit è uno dei più grandi eventi del suo genere a livello mondiale, una piattaforma per tecnofanatici etero e non, ma anche per tutti coloro che amano la tecnologia in quanto mezzo di comuncazione
sterling0

Come progettare oggetti che non esistono. Design, IoT e Bruce Sterling

(English) I met Bruce Sterling after I sent him a private message via Twitter after I had known he was hitting The Netherlands for a keynote speech at Impakt Festival in Utrecht. He replied within a few hours. A couple of days later, I was on a train with a camera and a bottle of good Barolo (for him).
The Promise 1

The Promise of Total Automation

In un era in cui le macchine e gli strumenti tecnologici invadono e modificano la vita e le relazioni umane. Gli artisti coinvolti in The Promise of Total Automation cercando di individuare quegli elementi di automazione che stimolano i sogni e le utopie, e sono così in grado di creare nuovi immaginari in cui la tecnologia non è esclusa.
f_370_350_15921906_00_images_seminari_15-16_quadernini_thomaspololi

Accademia Carrara di Bergamo: incontro con Thomas Pololi, Quadernini

Inizia il ciclo di talk e laboratori nell'ambito del corso di Sistemi Editoriali per l'Arte, condotto da Marco Mancuso. Mercoledì 21 Marzo 2016 è in programma l’incontro con Thomas Pololi, ideatore e curatore del progetto Quadernini, dal 2005 un percorso di raccolta partecipata di quaderni scolastici attraverso il web
Nervous system 1

Nervous Systems. La grande mostra a cura del Tactical Technology Collective

Nervous Systems è una mostra che mette in discussione questa chiusura sistematica e il nervosismo pervasivo che perseguitano i sistemi del giorno d’oggi, le razionalità mosse dai dati e le ideologie. Cosa significa “privacy” quando diventa possibile identificare qualcuno tramite dati “anonimi” con la stessa facilità di un’impronta digitale o una carta d’identità? Cosa resta del mondo quando viene interpretato per noi dalle macchine?
disorder

Disorder and the Disinformation Society

(English) This book is the first general social analysis that seriously considers the daily experience of information disruption and software failure within contemporary Western society. Through an investigation of informationalism, it describes the social processes producing informational disorder
siliconvalley

Silicon Valley. I signori del silicio, Evgeny Morozov

Da alcuni anni le aziende della Silicon Valley promettono prosperità, uguaglianza e una nuova società in cui tutto sarà condivisibile e accessibile, superando le vecchie logiche di mercato. Ma le cose stanno davvero così?
images 1

Images

I lavori presentati in questa mostra esplorano l’immagine nel momento della sua riconfigurazione fondamentale. Gli artisti menzionati in questa mostra rispondono alla trasformazione permanente e alla libera circolazione delle immagini con un’azione di attenzione focalizzata.
Nuit Blanche  call def

Notte Bianca Toronto. Scadenza 1 Ottobre 2016

Ogni anno la città di Toronto lavora con Curatori per commissionare una serie di installazioni ( " Una Mostra di Progetti" ) per le loro aree espositive. Oltre a questi progetti commissionati , partecipando alle mostre si ha la possibilità di includere due progetti ciascuno selezionati dai curatori attraverso un processo di Open call .Le Open calls sono finanziate e realizzate dal Comune di Toronto .