News

tesseract2

Charles Atlas, Rashaun Mitchell, Silas Riener: Tesseract

Nato da una ricerca e un processo di sviluppo durato molti anni, l’artista Charles Atlas e i coreografi Rashaun Mitchell e Sila Riener presenteranno in anteprima Tesseract al Curtis R. Priem Experimental Media and Performing Arts Center (EMPAC) presso il Rensselaer Polytechnic Institute, il loro nuovopettacolo di danza dal vivo e video 3D in due parti.
lamarche1

Laurent Lamarche: Atlab

Nel contesto del Leipzig’s Spinnerei Winter Gallery Tour, la galleria Art Mûr è lieta di aprire la sua programmazione del 2017 con la prima mostra personale di Laurent Lamarche in Europa. Nell'ultimo decennio, l'artista di Montreal ha indagato sulle idee e sulle immagini che mettono in discussione il nostro rapporto tra la natura e le moderne tecnologie. La sua opera comprende fotografia, scultura e installazioni ed esplora i confini permeabili tra natura e artificio.
howmuch2

How much of this is fiction

In mostra al FACT (Foundation for Art and Creative Technology), la mostra How much of this is fiction si concentra sulla media art ispirata alla politica che utilizza l’inganno in tutte le sue forme. Al centro vi è il desiderio di affrontare una delle questioni politiche più urgenti di oggi: il cambiamento radicale nel confine tra finzione e realtà nel discorso pubblico, in un mondo governato sempre di più dalla politica della "post-verità".
therethecity1

Where the City Can’t See: il primo film di fantascienza in laser scanning

Where the City Can’t See è il primo film di fantascienza girato interamente con la tecnologia di Laser Scanning, con la regia dell’artista Liam Young e scritto dall’autore Tim Maughan. Il film è ambientato in un futuro non troppo lontano dove i sistemi di gestione urbana di Google maps e videosorveglianza CCTV non solo mappano le nostre città, ma le governano.
newfrontiers5

Sundance Film Festival 2017 e il New Frontier

“New Frontier”, la sezione del Sundance Film Festival dedicata alle nuove tecnologie, compie dieci anni e, per l’occasione, il Festival propone la programmazione più ricca, varia e migliore di sempre. La lista completa comprende “story worlds” in visore per realtà aumentata, acrobazie in video-mapping, un salone di bellezza in realtà virtuale, che produce dati neuroscientifici tramite l'internet of things e una serie di esperienze interattive e tattili in realtà virtuale.
unit1

#UNIT 2017 | La Global LGBTI Tech & Science Conference

#UNIT 2017 | La Global LGBTI Tech & Science Conference si terrà il 6 maggio 2017 a Berlino. #UNIT è una conferenza unica e coinvolgente: un’atmosfera distesa, positiva, senza alcuna formalità, numerose possibilità di connessione, conferenze motivanti, musica, incontri, spettacoli e mostre.
dark2

Dark Society: l’oscurità nella Scienza, nel Corpo,+, nella Tecnologia e nell’Ambiente

La costruzione mediatica della Realtà è qualcosa che non è facilmente comprensibile, nonostante la percezione tecnologica di ciò che ormai si percepisce, si misura e si conosce. La verità di un modello, l’efficienza di un sistema, il nostro vivere insieme includono alcuni aspetti nascosti che, per definizione, stanno creando un’ombra oscura che sta sottilmente influenzando e influendo sul nostro mondo visibile. L’open call "Dark Society" si pone domande sui processi di costruzione di opere mediali che favoriscono le relazioni tra questi “lati nascosti”, guardando ai loro effetti e alle possibili estreme conseguenze .
bod1

Bio Art & Design Award 2016 winners: Liquid and Life in Motion

Una danza di umani e virus sulle note dell’evoluzione, un ago magnetico in ferro ricavato dal tessuto placentare e materiali stampati in 3D che traggono ispirazione dallo sviluppo degli organi umani: sono i progetti proclamati a maggio di quest’anno vincitori del Bio Art & Design Award 2016, una competizione per giovani artisti e designer.
brand4

Jens Brand: Tetraktys

Quattro droni aerei automatizzati caratterizzano l’installazione sonora TETRAKTYS, prodotta dall’artista Jens Brand, di base a Berlino, appositamente per il Pro... Read More...
rist1

Pipilotti Rist: Pixel Forest

Al New Museum è ora visitabile Pixel Forest di Pipilotti Rist. La mostra più completa dei lavori della videoartista a New York L'evento include i primi video degli anni 80 che esplorano la rappresentazione del corpo femminile nella cultura popolare, fino alle recenti installazioni video, trasformando gli spazi architettonici in ambienti da sogno.
frei1

Frei Otto. Pensando per modelli

Frei Otto uno degli architetti tedeschi del XX secolo più innovativi e celebrati del mondo è in mostra allo ZKM di Karlsruhe. L'evento presenterà progetti conosciuti e non. Il materiale in esposizione comprende più di 200 progetti innovativi, oggetti, strumenti, fotografie, disegni, schizzi, film e alcune proiezioni di grandi dimensioni.
lifeecho1

Justin Wiggan: Life Echo

Fino Gennaio al BOM di Birmingham è visitabile Life Echo, l’esperimento rivoluzionario di Justin Wiggan, che intreccia suono e memoria. Progetto nato in collaborazione con il John Taylor Hospice di Erdington, è un viaggio intimo attraverso i ricordi, al fine di individuare gli inneschi sonori più importanti nella vita di una persona.
moulder1

Jorge Molder: Observations dans le noir

Observations dans le noir di Jorge Molder è in mostra presso la Galleria Bernard Bouche di Parigi. Importante fotografo portoghese, attraverso questa sua serie di lavori, Molder assume uno sguardo sognante e metafisico, ponendo se stesso come soggetto principale verso una ricerca dei propri ricordi che però non esclude lo spettatore
waag3

Data Aesthetics – L’Arte Interattiva

Oggi, dati e informazioni scorrono e riempiono ogni spazio sia fisico che virtuale. Come gestiamo tutto ciò? Come possiamo visualizzare i megadati e rendere tale processo più concreto? La mostra Data Aesthetics – The Interactive Arts cercherà di rispondere a questi quesiti grazie all'intervento di artisti e attivisti attenti a questo tipo di tema
//