Internet

Janez Janša®

Cosa c’è in un nome? Come si relaziona con la proprietà, lo status giuridico, la percezione e la rappresentazione di noi stessi? Cos’è un’opera d’arte e qual è il confine che la separa da vita, istituzioni ed imprese? Co-prodotta da Moderna galerija (MG+MSUM) e Aksioma – Institute for Contemporary Art di Ljubljana, Janez Janša® presenta una selezione di lavori prodotti dai tre artisti omonimi negli ultimi dieci anni.... READ MORE...

Not a single Bone. Nora Al-Badri, Nikolai Nelles alla galleria NOME

La galleria NOME presenta la prima personale di Nora Al-Badri e Nikolai Nelles. Gli artisti espongono i loro progetti più recenti che affrontano la produzione e la mercificazione del patrimonio globale e dei beni culturali mettendo in discussione la gerarchia del sapere e il ruolo della scienza e delle istituzioni occidentali.... READ MORE...

Materialising the internet

In che modo l'integrazione tra ambiente fisico e digitale condiziona la nostra esperienza quotidiana e come siamo in grado di esprimere questa nuova realtà aumentata sono le domande affrontate da Materialising the Internet, la mostra co-curata da Nadine Roestenburg presso il MU di Eindhoven.... READ MORE...

Instructions for Humans

Instructions for Humans presenta le opere dei tre artisti inglesi e internazionali Pete Ashton, Kyle McDonald e Nye Thompson. L’attenzione è posta sulle connessioni tra gli esseri umani, I sistemi di sorveglianza e la macchina in generale. Viene esplorato il ruolo del controllo visivo intrusivo e della sua influenza sulla privacy personale negli spazi pubblici.... READ MORE...

Networked conversations

Third Space Network annuncia l'avvio della stagione autunnale delle sue Networked Conversations: interviste online con pionieri, curatori, scrittori e attivistidella Media Art, nelle quali si affronta un’ampia gamma di temi sociali, politici ed estetici all'intersezione con la net-culture.... READ MORE...

Open Call for the Wrong Digital Biennale: Internet Fame

The Wrong è la biennale d'arte più avvincente in circolazione. La sua mission è quella di produrre, promuovere e spingere l'arte contemporanea digitale più sperimentale verso un pubblico più ampio in tutto il mondo, per mezzo di un evento che riunisce le opere migliori abbracciando i talenti internazionali più giovani della scena dell'arte digitale.... READ MORE...

Transformations: i lavori di rete di Garrett Lynch

La School of Arts and Creative Industries, London South Bank University, presenta un’esposizione monografica di opere ispirate alla rete dell’artista Garret Lynch dal titolo Tranformations. La mostra si compone di nove opere concepite in quattro anni che esplorano uno studio che coinvolge le reti. Ogni opera fornisce un esempio di trasformazione determinata da una rete o un network.... READ MORE...

Digimag Journal: Digital Identities, Self Narratives. Out Now

Curated by Silvia Bertolotti and Marco Mancuso, Digimag Journal | Issue 75 "Digital Identities and Self Narratives" gathers 13 contributions from artists, researchers, theorists and curators from all over the world, who suggest critical insights about the role of digital art and technology in the shaping of identity. Digimag Journal new issue is available for free download in PDF, ePUB, MOBI and PRINT ON DEMAND on Digicult Editions.... READ MORE...

Segni leggeri. Internet non è per sempre

BAG Gallery di Parma ha aperto da qualche giorno “Segni Leggeri. Internet non è per sempre”, la bipersonale di Guido Segni e Luca Leggero. Una mostra inconsueta che la BAG decide di ospitare per la particolarità e la forza concettuale che contraddistinguono le ricerche dei due artisti toscani, posti in un dialogo di confronto che ne mette in evidenza i punti di tangenza, le peculiari caratteristiche e gli originali punti di vista su ciò che concerne l’uso e la presenza di Internet nella vita quotidiana di ciascun individuo contemporaneo.... READ MORE...

Archeonauts: la mostra alla Galerie Charlot di Parigi

La mostra "Archeonauti" tenta di riunire un gruppo di artisti che sono anche attivisti, teorici e visionari. Fuori dalla sincronia con il presente, s’immergono nella cultura materiale e immateriale pre- e post-internet. Appartengono a due correnti diverse: una è la generazione di artisti nati all'alba di quella che è stata definita «fine della storia», mentre l'altra è una delle prime generazioni a essersi appropriata delle nuove tecnologie informatiche per scopi artistici.... READ MORE...

Esplorare il Deep Web: un dilemma tra “conoscenza e sicurezza”

Molti articoli su Internet non hanno dubbi: il cosiddetto Deep Web è un posto da evitare. Ti piacerebbe se ti svuotassero il conto? Non hai paura di essere spiato? O, ancora peggio, che la polizia irrompa nel tuo appartamento e ti arresti come in un film americano? Se non stai cercando niente del genere, è meglio se stai nel tuo recinto sicuro fatto da Google, Facebook e simili.... READ MORE...

Perdere tempo su internet. Un’intervista con Kenneth Goldsmith

Kenneth Goldsmith è artista e poeta, ben conosciuto a livello internazionale per essere l'editor di UbuWeb - il più ampio archivio digitale di arte contemporanea. Lo scorso Agosto ha pubblicato il suo ultimo libro "Wasting time on the internet", un manifesto che mostra "come il tempo che passiamo su internet non è realmente perso, ma è piuttosto produttivo e creativo se l'esperienza viene vista nel contesto teorico e filosofico appropriato".... READ MORE...

Platform: Evan Roth

Il gruppo di video e schermi presentati all’Armory show costituisce la più ambiziosa presentazione dell’ultimo gruppo di lavori di Evan Roth basati su Internet, Ladscapes in cui si esplora la fisicità di internet come mezzo per addentrarsi nella natura e capire meglio i cambiamenti culturali dovuti alla crescente richiesta di tecnologia.... READ MORE...

How much of this is fiction.

How much of this is fiction., la prossima mostra del FACT a Liverpool, presenta una serie di artisti che si fingono truffatori e utilizzano in modo diretto sotterfugi, inganni, truffe e reati. Questi media artist che si occupano di aspetti politici, utilizzano il raggiro e l’inganno per sfruttare il confine instabile che esiste tra finzione e realtà nel mondo della politica 'post-verità'.... READ MORE...

Paolo Cirio “Internet Photography”: opere in mostra nei musei di fotografia di Berlino

Il lavoro di Paolo Cirlo è esposto in due importanti mostre presso il C/O Berlin e il Museum for Fotografie di Berlino. Entrambe le serie riflettono sulla sorveglianza e la privacy attraverso la combinazione di fotografia, internet e street art: Watching You, Watching Me. A Photographic Response to Surveillance presso il Museum für Fotografie e Watched! Surveillance Art & Photography presso C/O Berlin.... READ MORE...
//