Hacktivism

aiweiwei1

La grande retrospettiva di Ai Weiwei a Palazzo Strozzi

A Palazzo Strozzi è visitabile la prima grande retrospettiva dedicata ad Ai Weiwei, uno degli artisti contemporanei più influenti e celebrati a livello mondiale. La mostra, curata da Arturo Galansino, ospita i suoi lavori passati e presenti che riflettono sulla relazione tra tradizione e modernità, l'attivismo politico e la mescolanza di generi
all about you 1

All About You: Janez Janša, Janez Janša e Janez Janša

All About You è un progetto inspirato dalla All About U Debit MasterCard: una carta di debito personalizzata che consente ai clienti di portare con sé i propri ricordi. Gli artisti hanno ingrandito e moltiplicato l’immagine della loro carta d’identità, richiedendone una nuova ogni settimana, creando così una performance relazionale sociale.
john gerrad 1

John Gerrard: Power. Play

Al Ullens Center for Contemporary Art è presente Power.Play di John Gerrard. L'artista che ha esplorato l'uso della post-cinematica, inventando mondi virtuali contagiati dal reale e operando con sistemi tecnologici all'avanguardia in luoghi isolati e non facilmente accessibili, avviando così considerazioni sul fenomeno della sorveglianza.
news

Breaking news

Attraverso linguaggi video molto differenti Alterazioni Video, Filippo Minelli e Carlo Zanni irrompono in scenari reali e/o costruiti immaginandone un punto di volta, l’arrivo di un evento esterno, qualcosa di forse vagheggiato, ma mai pienamente inteso, a cambiare sia la percezione del paesaggio come risultante politico, sia il rapporto con l’informazione e ciò che essa altera o tace.
unit 1

#unit: Connecting Unicorns. Il primo Tech Festival queer del mondo

E' in arrivo la seconda edizione del festival queer di tecnologia, che ancora una volta si svolgerà presso il Postbahnhof Club di Berlino. Il festival #unit è uno dei più grandi eventi del suo genere a livello mondiale, una piattaforma per tecnofanatici etero e non, ma anche per tutti coloro che amano la tecnologia in quanto mezzo di comuncazione
para

Open Call: Paraflows.XI exhibition. Deadline 31/03

Che influenza hanno gli scenari di migrazione sulla costruzione delle identità? Cosa possiamo dire riguarda a persone reali e personaggi fittizi? paraflows .XI indaga esattamente queste componenti dell'identità e cerca di individuare una serie di variabili che mettono insieme queste componenti in modi differenti
socialmediaturkey

Social Media in Southeast Turkey

Il libro presenta uno studio etnografico sui social media a Mardin, una città di medie dimensioni situata nella regione Kurda della Turchia. Elisabetta Costa ha utilizzato i suoi 15 mesi di ricerca etnografica per spiegare come l'utilizzo dei social media pubblici sia molto più conservativo della via offline.
Hacking 1

Hacking Habitat. L’arte del controllo

Hacking Habitat. Art of control è una mostra internazionale all’avanguardia di arte, tecnologia e cambiamento sociale. 86 artisti apprezzati a livello internazionale presentano opere vecchie e nuove nell’ex carcere di Utrecht Wolvenplein. La mostra presenta un tema estremamente attuale e pressante: in che modo siamo controllati dai sistemi high-tech e come fare per ristabilire le relazioni tra esseri umani e macchine
Mediengruppe 1

!Mediengruppe Bitnik. Random Darknet Shopper

!Mediengruppe Bitnik, vivono e lavorano tra Londra e Zurigo. La loro attività si svolge attraverso Internet, partendo dal digitale e arrivando a toccare spazi fisici, spesso rinunciando intenzionalmente al controllo per sfidare le strutture e i meccanismi prestabiliti.
disorder

Disorder and the Disinformation Society

(English) This book is the first general social analysis that seriously considers the daily experience of information disruption and software failure within contemporary Western society. Through an investigation of informationalism, it describes the social processes producing informational disorder
siliconvalley

Silicon Valley. I signori del silicio, Evgeny Morozov

Da alcuni anni le aziende della Silicon Valley promettono prosperità, uguaglianza e una nuova società in cui tutto sarà condivisibile e accessibile, superando le vecchie logiche di mercato. Ma le cose stanno davvero così?
transmediale 1

Transmediale/conversationpiece 2016

Attenendosi al programma, diffuso a partire dallo scorso mese, siamo lieti di annunciare la presenza di ulteriori partecipanti del settore dell’arte, cultura e media che si riuniranno a transmediale/conversationpiece, che avrà luogo al Haus der Kulturen der Welt dal 3 al 7 febbraio 2016
Agitrop 1

Agitprop! L’arte influenzata politicamente

La mostra del Brooklyn Museum Agitprop! esplora l’eredità e il potere ininterrotto dell’arte politicamente impegnata, attraverso più di 50 progetti e opere d’arte contemporanei realizzati in cinque momenti storici di urgenza politica.
Transmediale 1

Transmediale 2016 si rilancia come: Conversation Piece

Con il nome di Conversation Piece, transmediale 2016 crea uno spazio intensivo di scambi, sussurri e transizioni e mira a creare le condizioni per riflettere sugli aspetti idealizzati della vita contemporanea nell’era del capitalismo digitale.
nicolas maigrait

Global Proxy: un’intervista con Nicolas Maigret

Nicolas Maigret si occupa dello studio dei media, utilizzandone bug e malfunzionamenti come punto di partenza per un possibile intervento. È proprio dall’esame di questi difetti che Nicolas sottolinea le identità dei media da lui analizzati e manipolati, presentando le prove del loro funzionamento.
Simon Denny 1

Simon Denny: Products for Organising

Simon Denny e un artista che lavora con installazioni scultoree che includono stampe, grafici, immagini in movimento e testi. Products for Organising presenterà nuove installazioni che ruotano intorno alle radicali abitudini d’amministrazione contemporanee e le forme organizzate di hacker storici dalle quali hanno tratto ispirazione.
cairo2

Spazi per l’arte indipendente, un tema caldo al Cairo

La rete degli attivisti egiziani e il circuito artistico underground in Egitto hanno seguito un percorso che ricorda per molti aspetti la nascita e lo sviluppo di Reclaim the Streets, che negli anni Novanta rivendicava in Inghilterra il diritto di vivere gli spazi urbani al di fuori delle singole abitazioni per condividere idee, soluzioni e risorse.
//