Arte

tesseract2

Charles Atlas, Rashaun Mitchell, Silas Riener: Tesseract

Nato da una ricerca e un processo di sviluppo durato molti anni, l’artista Charles Atlas e i coreografi Rashaun Mitchell e Sila Riener presenteranno in anteprima Tesseract al Curtis R. Priem Experimental Media and Performing Arts Center (EMPAC) presso il Rensselaer Polytechnic Institute, il loro nuovopettacolo di danza dal vivo e video 3D in due parti.
darkness1

Artificial Darkness: la storia oscura dell’Arte Moderna e della Media Art

Noam Elcott, professore di storia ed archeologia presso la Columbia University, ha da poco pubblicato un nuovo libro per la MIT press: "Artificial Darkness" è uno studio originale e pionieristico sul buio artificiale, inteso come oscurità regolata tecnologicamente; in altre parole, è uno studio sul ruolo dei “black screen” nell’arte e nei media a partire dal XIX secolo.
intermediality call for papers

Unstable Geographies, Multiple Theatricalities – São Paulo | DEADLINE 15/01/2017

L' Intermediality in Theatre and Performance Working Group esamina le interrelazioni del eatro con altri media così come le combinazioni di media differenti nella performance. Per la conferenza che si terrà a San Paolo del Brasile a luglio 20177 sul tema “Unstable Geographies, Multiple Theatricalities” si accettano proposte entro il 15/01/2017.
therethecity1

Where the City Can’t See: il primo film di fantascienza in laser scanning

Where the City Can’t See è il primo film di fantascienza girato interamente con la tecnologia di Laser Scanning, con la regia dell’artista Liam Young e scritto dall’autore Tim Maughan. Il film è ambientato in un futuro non troppo lontano dove i sistemi di gestione urbana di Google maps e videosorveglianza CCTV non solo mappano le nostre città, ma le governano.
newfrontiers5

Sundance Film Festival 2017 e il New Frontier

“New Frontier”, la sezione del Sundance Film Festival dedicata alle nuove tecnologie, compie dieci anni e, per l’occasione, il Festival propone la programmazione più ricca, varia e migliore di sempre. La lista completa comprende “story worlds” in visore per realtà aumentata, acrobazie in video-mapping, un salone di bellezza in realtà virtuale, che produce dati neuroscientifici tramite l'internet of things e una serie di esperienze interattive e tattili in realtà virtuale.
van-abbemuseum

Artistic Strategies in Psychiatry (Van Abbemuseum, Eindhoven) – DEADLINE 15/01/2017

Il Van Abbemuseum e il GGzE (Istituto d'Igiene Mentale di Eindhoven) invitano artisti e gruppi di artisti nazionali e internazionali, che operano nell'ambito dell'arte socialmente impegnata, arte partecipativa, community art, arte e scienza, social design e altri campi affini, a rispondere alla call per il programma di residenza artistica “Artistic Strategies in Psychiatry” con progetti site specific che esplorano i temi della salute mentale e delle malattie psichiatriche.
werktank1

Werktank: una piattaforma per la new media art. Poesia, humor e bellezza

Werktank è una piattaforma sui nuovi media che si concentra sulla produzione di progetti d’arte visiva, di media art e performativi con sede operativa a Leuven, in Belgio. L’obiettivo principale delle loro attività è la realizzazione di installazioni che indagano le relazioni tra tecnologia e percezione.
unit1

#UNIT 2017 | La Global LGBTI Tech & Science Conference

#UNIT 2017 | La Global LGBTI Tech & Science Conference si terrà il 6 maggio 2017 a Berlino. #UNIT è una conferenza unica e coinvolgente: un’atmosfera distesa, positiva, senza alcuna formalità, numerose possibilità di connessione, conferenze motivanti, musica, incontri, spettacoli e mostre.
satellite6

L’area relax di Art Basel Miami. The Soothing Center al Satellite Art Show

The Soothing Center, che ha debuttato al Satellite Art Show di Miami (dal 1 al 4 dicembre 2016). A cura di Jesse Firestone, si tratta di una SPA creata da artisti, con l’intento di combattere attivamente le influenze dannose degli stimoli provenienti dai mezzi di comunicazione elettronici contemporanei. Nasce come un’area relax pensata per i visitatori stressati della vicina Art Basel Miami Beach
kurokawa1

Dare un senso a tutto. Intervista con Ryoichi Kurokawa

Ryoichi Kurokawa è un'artista Giapponese che attraverso la sua arte proietta lo spettatore verso altri universi. I suoi audio-video sono creazioni sinestesiche che stimolano ogni senso dell'osservatore, giocando con la fantasia e inventando ambienti immersivi in cui è possibile trovare un altro sé
rist1

Pipilotti Rist: Pixel Forest

Al New Museum è ora visitabile Pixel Forest di Pipilotti Rist. La mostra più completa dei lavori della videoartista a New York L'evento include i primi video degli anni 80 che esplorano la rappresentazione del corpo femminile nella cultura popolare, fino alle recenti installazioni video, trasformando gli spazi architettonici in ambienti da sogno.
frei1

Frei Otto. Pensando per modelli

Frei Otto uno degli architetti tedeschi del XX secolo più innovativi e celebrati del mondo è in mostra allo ZKM di Karlsruhe. L'evento presenterà progetti conosciuti e non. Il materiale in esposizione comprende più di 200 progetti innovativi, oggetti, strumenti, fotografie, disegni, schizzi, film e alcune proiezioni di grandi dimensioni.
breakthrough1

The Audiovisual Breakthrough di Ana Carvalho

The Audiovisual Breakthrough è un libro edito da Ana Carvalho e Cornelia Lund, che affronta e indaga l'interdisciplinarità della produzione audiovisiva, cercando di definire termini quali: visual music, cinema espanso, VJing e performance art. Scritto con la collaborazione di artisti e tutti coloro che lavorano con l'intersezione dei vari saperi.
moulder1

Jorge Molder: Observations dans le noir

Observations dans le noir di Jorge Molder è in mostra presso la Galleria Bernard Bouche di Parigi. Importante fotografo portoghese, attraverso questa sua serie di lavori, Molder assume uno sguardo sognante e metafisico, ponendo se stesso come soggetto principale verso una ricerca dei propri ricordi che però non esclude lo spettatore
bimesMOD

Art, Empathy, and Ethos residency @Bemis Centre for Contemporary Art. Deadline 1/12/2016

Bemis Center for Contemporary Arts accoglie proposte di progetto da artisti e performers per una residenza pagata (Omaha USA, 20 Settembre - 17 November, 2017), incentrata sul tema dell'empatia in tutte le sue disparate manifestazioni, dalla giustizia sociale e i diritti umani, alla questione ambientale e del cambiamento climatico. Deadline: 1/12/2016.
//