Filippo Lorenzin

Il mondo è un pattern. Intervista a Nicolas Sassoon

Le GIF sono state progressivamente accettate e adottate da nuovi utenti, che si affidano alle immagini animate sfruttandone la pervasività programmatica nelle loro comunicazioni digitali. Nicolas Sassoon (1981), artista francese che dal 2011 crea opere d’arte con le GIF, con il suo lavoro propone strategie creative che permettono di sfruttare le caratteristiche di questo formato per creare opere altrimenti irrealizzabili con altri media.... READ MORE...

Il medium è il medium. Intervista con Metahaven

Metahaven è uno studio di design fondato ad Amsterdam da Vinca Kruk and Daniel van der Velden, basato espressamente su pratiche di ricerca in ambito grafico e visivo. Alcuni dei più celebri esempi di questa missione sono la loro collaborazione con WikiLeaks, per cui hanno prodotto sciarpe e magliette allo scopo di ridisegnare la loro estetica visiva, il re-branding dell’autoproclamato Principality of Sealand.... READ MORE...

Nascondere e rivelare: Intervista a Ruben Pater

Ruben Pater è designer e ricercatore. Ha completato un Master al Sandberg Institute nel 2012, e come Untold Stories lavora su progetti indipendenti e collaborativi a cavallo tra giornalismo e graphic design. Il suo lavoro è stato premiato a livello internazionale varie volte ed è apparso in tante mostre in giro per il mondo... READ MORE...

L’area relax di Art Basel Miami. The Soothing Center al Satellite Art Show

The Soothing Center, che ha debuttato al Satellite Art Show di Miami (dal 1 al 4 dicembre 2016). A cura di Jesse Firestone, si tratta di una SPA creata da artisti, con l’intento di combattere attivamente le influenze dannose degli stimoli provenienti dai mezzi di comunicazione elettronici contemporanei. Nasce come un’area relax pensata per i visitatori stressati della vicina Art Basel Miami Beach... READ MORE...

Coreografie Gestuali: Intervista con Rosana Antoli’

Il nuovo progetto dell'artista Rosana Antolì, Virtual Choreography è stato esposto alla Arebyte di Londra. Il progetto è una piattaforma online che funziona come un database aperto di movimenti, una mappa mondiale dei gesti che consente al pubblico di visualizzare e caricare numerosi movimenti registrati e creati da loro stessi... READ MORE...

Una spiaggia mediatrice. Commento sulla mostra “Networking the Unseen”

La mostra Networking the Unseen presentata questa estate al Furtherfield a Londra e curata da Gretta Louw, si è incentrata sull'intersezione delle culture indigene con le pratiche digitali nell'arte contemporanea. Creando una riflessione che arriva a unire le civiltà ancestrali ed emarginate con il produrre arte nella società tecnologica... READ MORE...

L’invisibilità e la sorpresa. Eva e Franco Mattes alla Carroll / Fletcher

Abuse Standards Violations” è la mostra di Eva e Franco Mattes alla Carroll & Fletcher di Londra, che invita a riflettere su cosa significa partecipare ad una riflessione critica, prima ancora di chiederci di partecipare all’azione generata da essa. Abbiamo partecipato all’incontro con gli stessi artisti avvenuto all’Institute of Contemporary Art (ICA) lo scorso 19 luglio 2016... READ MORE...

Infra-red Wuthering Heights: Intervista con Evan Roth

Il nuovo progetto dell'artista Evan Roth, Internet Landscapes (2016), il nuovo progetto dell’artista statunitense Evan Roth, Internet Landscapes(2016), una serie di video che possono essere visti solo online e incentrato sulle esperienze che ha vissuto durante il suo viaggio in Svezia in cerca della fisicità di internet... READ MORE...

Diffondere ciò che è stato distrutto: intervista con Morehshin Allahyari

Morehshin Allahyari è una new media artist nata e cresciuta in Iran che da alcuni mesi sta lavorando a Material Speculation: ISIS. Si tratta di una serie di modellini 3D di alcune opere d'arte distrutte dagli uomini dell’ISIS nei musei del Medio Oriente: ogni oggetto stampato contiene una chiavetta USB con le informazioni sugli ultimi mesi del manufatto originale... READ MORE...

Una scarica di spazzatura: intervista a Sašo Sedlaček

Sašo Sedlaček, artista sloveno interessato al tema dell'obsolescenza già da molto tempo prima che diventasse uno degli argomenti più caldi degli ultimi anni, ha presentato la sua prima mostra personale in Italia. Curata da Domenico Quaranta e aperta al pubblico dal 16 maggio allo spazio espositivo Ultra di Udine... READ MORE...

L’emojificazione della realtà: intervista con Carla Gannis

(English) Online communication, chatting, colorful and disturbing interfaces are critically used by Gannis becoming the starting material for her artistic research. She is one of the most prolific American artists of digital art and in recent months her name has been one of the hottest in the market.... READ MORE...

Nella mente dell’utente: intervista a Nicolas Sassoon

(English) At the center of the project WITCHCRAFT there was the intention to investigate the possibility to understand technologies like computers and internet, critically and poetically; the selection of the involved artists reveals, for those who already know this field of research, the mood and the premises of the exhibition itself... READ MORE...

Dipingere l’invisibile: intervista con Aowen Jin

In un ambiente in cui spesso l’importanza di un’opera si misura in base alla sua viralità o alla sua capacità di catturare l’attenzione di un pubblico sempre più vario, un’opera come i18n, creata da Aowen Jin, richiede la nostra attenzione per il modo in cui si rivolge a questo problema... READ MORE...