Many Venues - Park City
19 - 29 / 01 / 2017

New Frontier, la sezione del Sundance Film Festival dedicata alle nuove tecnologie, compie dieci anni e, per l’occasione, il Festival propone la programmazione più ricca, varia e migliore di sempre. La lista completa comprende “story worlds” in visore per realtà aumentata, acrobazie in video-mapping, un salone di bellezza in realtà virtuale, che produce dati neuroscientifici tramite internet degli oggetti e una serie di esperienze interattive e tattili in realtà virtuale.

Il resto della programmazione include spettacoli live, un lungometraggio ed esperienze in realtà aumentata create per completare ben 22 esperienze di realtà virtuale e 11 installazioni in mostra tra le sedi di Park City. The Claim Jumper ospiterà 10 installazioni immersive che sperimentano la costruzione di una storia interdisciplinare, mentre il VR Palace sarà caratterizzato da 17 esperienze virtuali insieme ad un’istallazione aggiuntiva, e infine il VR Bar offrirà una carrellata di telefonia in realtà virtuale. La sezione New Frontier include due progetti nuovi che partecipano al “New Climate Program”, in cui l’attenzione è rivolta al cambiamento climatico e ambientale.

Per il festival del 2017, sono stati selezionati 113 lungometraggi, che rappresenteranno 31 paesi e 36 registi emergenti, 19 tra i quali prenderanno parte alla competizione. Questi film sono stati selezionati tra 13782 presentazioni, tra cui 4068 lungometraggi e 8985 cortometraggi. Tra i film presentati, 2005 provenivano dagli Stati Uniti e 2063 dalla sfera internazionale. Novantacinque film del festival saranno delle première mondiali. Nel 2016, il Festival ha coinvolto 46600 partecipanti, procurando allo stato dello Utah 1400 posti di lavoro e una forte attività economica pari a 143.3 milioni di dollari (circa 137 milioni di euro).

newfrontiers2

Così Robert Redford, Presidente e Fondatore del Sundance Institute, ha commentato: “Ogni anno gli artisti attratti dall’arte e della tecnologia all’avanguardia sono sempre più numerosi; oggigiorno, cantastorie indipendenti e creativi possiedono molti più strumenti per uscire dagli schemi. Negli ultimi dieci anni la visione di “New Frontier” si è evoluta ed è cresciuta con queste idee alternative, per curare e mostrare l’opera più emozionante mai realizzata fin ora con i progessi recenti.”

Film e Performances

“18 Black Girls / Boys Ages 1-18 Who Have Arrived at the Singularity and are Thus Spiritual Machines: $X in an edition of $97 Quadrillion” / U.S.A. (di: Terence Nance) — In queste due performances l’artista digita su Google la frase “maschio nero di un anno” e “femmina nera di un anno” fino ad arrivare ai 18 anni di età, consentendo all’algoritmo delle “ricerche popolari” di Google di suggerire le parole che seguiranno.

“Did You Wonder Who Fired the Gun?” / U.S.A. (di: Travis Wilkerson) — Questo documentario sull’omicidio misterioso compiuto all’interno della famiglia dell’artista è un arrangiamento gotico ricostruito. Viaggiando direttamente nel cuore di un paese e di una famiglia nera, questa performance multimediale esplora l’uccisione di un uomo di colore dell’Alabama del Sud, compiuta e rimossa dal nonno dell’artista, un uomo bianco razzista.

“World Without End (No Reported Incidents)” / U.S.A., United Kingdom (di: Jem Cohen) — Alcune osservazioni ravvicinate di Southend-on-Sea, una piccola città inglese lungo l’estuario del Tamigi, rivelano non solo le strade, gli uccelli, l’instancabile mare, il fango e il cielo della città, ma anche il carry indiano e un universo variegato quasi perduto fatto di cappelli e di musica proto-punk.

Installazioni

“Full Turn” / Switzerland (di: Benjamin Muzzin) — Questa installazione esplora il concetto di terza dimensione, nel tentativo di uscire dalla cornice consueta di uno schermo piatto. La roteazione di due tablet crea una sequenza animata tridimensionale che, diversamente da qualsiasi altro tipo di display, può essere apprezzata a 360 gradi.

“Heartcorps: Riders of the Storyboard” / U.S.A. (di: dandypunk, in collaborazione con: Darin Basile, Jo Cattell) — Segui la storia di Particle, un essere a due dimensioni di luce, e impara a camminare attraverso le pagine di un libro gigante comico e coinvolgente. Sfruttando la tecnologia Video-Mapping, illustrazioni disegnate a mano prendono vita intorno a te, mentre in “Digital Light Poem” gli artisti di alto livello del Cirque du Soleil interagiscono con i personaggi animati.

“Heroes” / U.S.A. (di: Melissa Painter, in collaborazione con: Tim Dillon, Thomas Wester, Jason Schugardt, Laura Gorenstein Miller) — Scenografia: una danza atletica e romantica ti inviterà all’interno di un cinematografo stravagante che veniva utilizzato per riprodurre film muti. La storia esce dallo schermo per entrare dentro di te e costringerti a muoverti e ad abbracciare quest’esperienza fatta di cambiamenti grandiosi in prospettiva e in scala.

“The Holographic Brain: The Next Stage In Human Evolution”/ U.S.A. (di: Daniella Segal) L’evoluzione del cervello umano iniziò con lo sviluppo di strumenti in pietra, che permisero ai primi uomini di manipolare l’ambiente circostante. Dall’ascia di pietra al supercomputer, l’evoluzione del cervello è stata accompagnata dagli strumenti, evolvendosi fino ad essere l’oggetto più complesso dell’universo conosciuto.

newfrontiers3

“NeuroSpeculative AfroFeminism” / U.S.A. (di: Carmen Aguilar y Wedge, Ashley Baccus-Clark, Ece Tankal, Nitzan Bartov) — Uno studio in tre parti sulle donne di colore e il loro ruolo nella tecnologia, società e cultura — includendo prodotti speculari, esperienze coinvolgenti e studi neurocognitivi d’impatto. Attraverso la moda, la cosmetica e il mercato della bellezza il progetto illustra questioni di privacy, trasparenza, identità e percezione.

“Pleasant Places”/ Regno Unito (di: Davide Quayola) — Un ritorno e una moderna rielaborazione dei paesaggi provenzali dipinti da Van Gogh: questa serie di dipinti digitali si interroga e rielabora concetti di rappresentazione e percezione tramite la manipolazione delle immagini e la realtà aumentata. Attraverso l’utilizzo di immagini bucoliche e contemplative, sovrapposte alla visualizzazione di dati grezzi, questo progetto propone modelli diversi di sintesi visiva.

“Synesthesia Suit: Rez Infinite and Crystal Vibes”/ Giappone (di: Tetsuya Mizuguchi, Ayahiko Sato, Kouta Minamizawa) — Vivi l’esperienza del climax multisensoriale con forti percussioni e strumenti ad arco nell’acclamato gioco in realtà virtuale per PlayStation 4/PS Rez Infinite, o prova le vibrazioni del suono psichedelico e colorato dell’universo di Crystal Vibes. Textures audiovisive e vibrotattili si combinano per allargare i confini dell’esperienza sensoriale mediata dalla tecnologia.

newfrontiers6

Realtà Virtuale

“ASTEROIDS!” /U.S.A. (di: Eric Darnell) — dal regista di Madagascar arriva l’animazione in realtà virtuale di Baobab. Viaggia nel cosmo sull’astronave di Mac e Cheez, una coppia di alieni così concentrata sulla missione da dimenticare le cose importanti nella vita. È compito tuo mostrare loro cosa conta davvero.

“Chasing Coral: The VR Experience”/ U.S.A. (di: Jeff Orlowski) Zackary Rago, ricercatore appassionato di apnea, ha documentato con questa esclusiva esperienza in realtà virtuale subacquea per la prima volta l’evento del 2016 a Lizard

“Chocolate”/ U.S.A. (di: Tyler Hurd) — Questo video musicale in realtà virtuale della canzone “Chocolate” di Giraffage ti manda in un mondo felino-centrico di cromi scintillanti e variopinte con una tribù di persone intente a fare balli rituali solo per te, il loro dio robot, affinché tu dia loro le loro preziose risorse: adorabili gattini cromati.

“Dear Angelica”/ U.S.A. (di: Saschka Unseld, Sceneggiatura: Saschka Unseld, Angela Petrella, Wesley Allsbrook, Max Planck, Ryan Thomas) — Questo progetto è un viaggio attraverso il modo magico e onirico in cui ricordiamo i nostri defunti e, anche se loro non ci sono più, ciò che resta di chi abbiamo amato.

“Hue”/ U.S.A. (di: Nicole McDonald, Collaboratori: Nicole McDonald, Rob Auten, Jessica Huntley) — Si tratta di un film interattivo coinvolgente e molto visivo su un uomo che ha perso la capacità di percepire il colore. I partecipanti risvegliano il senso di meraviglia e immaginazione del protagonista con azioni empatiche man mano che la percezione del colore fanno ritorno al suo mondo. Cast: Benedikt Negro.

“If Not Love”/ U.S.A. (di: Rosemarie Troche) — Un uomo cristiano confuso commette una strage. Nel suo passato: un incontro omosessuale e odio verso se stesso. Le cose sarebbero potute andare diversamente? Cosa sarebbe successo se il suo partner lo avesse convinto ad affrontare se stesso? Il corso della storia sarebbe stato modificabile da una semplice azione?

newfrontiers7

“Life of us” / U.S.A. (di: Chris Milk, Aaron Koblin, Screenwriters: McKenzie Stubbert, Jona Dinges, Megan Ellison) — Si tratta di un viaggio in realtà virtuale condivisa in cui si racconta l’intera storia dell’evoluzione della vita sulla Terra.

“Melting Ice” / U.S.A. (di: Danfung Dennis) — Il telespettarore sarà accompagnato attraverso un’ esplorazione trascendentale tra le devastanti conseguenze del cambiamento climatico sulla calotta polare della Groenlandia. Si troverà ai piedi dei ghiacciai in piena rovina, accanto alle tempeste dei fiumi di ghiaccio sciolto e sarà testimone dell’innalzamento dei livelli del mare — tutte le drammatiche avvisaglie che riguardano il futuro del nostro pianeta.

“Mindshow” / U.S.A. (di: Artists: Gil Baron, Jonnie Ross, Adam Levin, Collaboratori principali: Jonnie Ross, Gil Baron) — Potrai dare voce e corpo ai cartoni animati in realtà virtuale, impersonificare svariati personaggi e recitare tutti i ruoli. Crea insieme ai tuoi amici uno spettacolo che potrai portare avanti e indietro, per poi condividerlo in realtà virtuale e sui social media. Cast: Dana Gould.

“Miyubi” / Canada (di: Félix Lajeunesse, Paul Raphaël, in collaborazione con: Owen Burke) — Potrai sperimentare l’amore e l’obsolescenza nei panni di un robot giocattolo giapponese, regalato ad un bambino in una famiglia spezzata, nella periferia Americana del 1982.

“Through You” / U.S.A. (di: Saschka Unseld, Lily Baldwin) — La danza sarà usata per rappresentare la comune e fatale storia di un amore nato, vissuto, finito, ormai in cenere e apparentemente perso per sempre—solo per essere nuovamente ritrovato.

“Zero Days VR” / U.S.A. (di: Scatter, Yasmin Elayat, Elie Zananiri, in collaborazione con: Yasmin Elayat, Alexander Porter) — Si tratta di una missione clandestina architettata dagli Stati Uniti e Israele per sabotare un impianto nucleare sotterraneo, raccontata dalla prospettiva di Stuxnet, il primo virus informatico del mondo, e di un informatore chiave della NSA (Agenzia per la Sicurezza Nazionale). Lo spettatore sarà testimone degli alti rischi legati alle guerre cibernetiche nel mondo invisibile dei virus informatici.

“Tree” / U.S.A. (di: Milica Zec, Winslow Porter) — Questa esperienza virtuale ti trasformerà in un albero della foresta pluviale. Le tue braccia saranno i rami e il tuo corpo il tronco; proverai così l’esperienza della crescita dell’albero, da piantina a forma finale, e sarai testimone del suo destino in prima persona.
“Orbital Vanitas” / Australia (di: Shaun Gladwell) Questa esperienza di realtà virtuale tratterà un surreale mistero fantascientifico e una meditazione sulla morte. Dall’orbita terrestre i partecipanti noteranno immediatamente una fluttuante ed enigmatica presenza intorno a loro. Quello che accadrà successivamente sarà il perfetto utilizzo del format di realtà virtuale.

“Out of Exile: Daniel’s Story” / U.S.A. (di: Nonny de la Peña) — Nell’agosto 2014, la famiglia di Daniel Ashley Pierce lo assailì verbalmente e fisicamente prima di cacciarlo di casa, in quanto contrari alla sua sessualità. Costruito direttamente con l’ausilio dell’audio che Daniel registrò durante quell’incontro, questo progetto includerà i pensieri di speranza e di gioia di Daniel, insieme ad altri tre altri giovani LGBTQ.

newfrontiers4

“The Sky is a Gap” / U.S.A. (di: Rachel Rossin) — Al telespettatore sarà permesso di interagire con la forza spazio-temporale tramite l’utilizzo di un visore di realtà virtuale. Questo impianto, già esistente nella realtà fisica e virtuale, rappresenterà un’esplosione piroclastica che trae ispirazione da Zabriskie Point, in cui la progressione delle scene è fisicamente rivelata ai partecipanti, muovendosi avanti e indietro.

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn