Many Venues - Barcelona
26 / 05 / 2016 – 04 / 06 / 2016

La quattordicesima edizione del LOOP Barcelona si svolgerà dal 26 maggio al 4 giugno. L’evento professionale principale, la LOOP Fair, si trasformerà ancora un volta in un punto di ritrovo per artisti, gallerie, collezionisti, curatori, produttori e professionisti attivi nel campo dell’arte contemporanea e dell’industria cinematografica.

Il Festival presenterà, nei numerosi luoghi di incontro della città, un ampio programma di film e video girati da artisti internazionali. Una serie di workshop, gruppi di discussione, riunioni professionali e presentazioni contribuirà alla missione educativa del LOOP.

Con il motto“video art & cinema. Faraway, So Close!”, il LOOP 2016 richiamerà l’attenzione sulla zona ibrida tra il cinema e i film/video artistici. Al giorno d’oggi, sono molti gli artisti che sperimentano la linea sottile che separa il cinema e l’immagine in movimento. È una “contaminazione” allettante sia per gli artisti visivi, sia per i produttori cinematografici, che stanno cercando di espandere la propria attività con la creazione di pezzi da inserire nello spazio espositivo.

Loop Barcellona 2

Secondo il direttore artistico del Festival Conrado Uribe, “il LOOP ha bisogno di reagire a queste trasformazioni, essendo una piattaforma attenta ai dibattiti più urgenti in seno all’industria dell’immagine in movimento. Per questo la nuova edizione esplorerà la zona ibrida occupata da professionisti le cui opere sollevano questioni impellenti sui confini tradizionali. Il titolo è una citazione del lungometraggio diretto da Wim Wenders nel 1993; allude alla distanza e alla prossimità tra prassi artistiche che condividono i mezzi, ma che spesso sono divise da ragioni di carattere commerciale e culturale.”

Il programma del Festival includerà: l’esibizione dedicata a Harun Farocki e Antje Ehmann, finanziatori a lungo termine del LOOP, ospitata presso la Fundació Antoni Tàpies e curata dal neo-nominato direttore Carles Guerra; il progetto cinematografico Comment ça va? III curato da Pascal Cassagnau, che presenterà una serie di lungometraggi volti all’esplorazione degli impegni formali ed etici del cinema contemporaneo nei confronti della società.

L’opera più recente di Carles Congost, Wonders, vincitrice del Video Production Prize introdotto nel 2015 da LOOP Barcelona, la Xarxa de Centres d’Arts Visuals de Catalunya e Arts Santa Mònica, e assegnato per la prima volta a Jordi Colomer per X-VILLE, attualmente in mostra al MDE15, Medellín (Colombia); e la seconda edizionedel Discovery Award, che stimola la creazione audiovisiva attraverso un invito aperto a presentare video e film girati da artisti, sponsorizzato da Estrella Damm.

Loop Barcellona 3

La LOOP Fair (2–4 giugno) interagirà con la recente produzione di videoarte, proponendo una selezione di opere presentate dalle rispettive gallerie internazionali. Una vera e propria fiera specializzata, unica nel suo genere e attiva dal 2003, in grado di offrire una straordinaria esperienza visiva presentando ogni progetto cinematografico in una camera d’hotel, e creando così un setting immersivo che si concentra sul lavoro degli artisti e al contempo favorisce la particolare attenzione richiesta dal mezzo di comunicazione.

A selezionare le opere e le gallerie penserà il comitato della fiera, composto da quattro collezionisti impegnati a monitorare il panorama video-artistico: Jean-Conrad & Isabelle Lemaître, promoter dello Studio Collector Prize per la creazione di video; Marc & Josée Gensollen, che hanno fatto della loro sede di Marsiglia La Fabrique un centro artistico estremamente vivace.

Renee Drake, strettamente legata alla scena artistica olandese, la cui collezione comprende un corpus significativo di opere video internazionali; e Haro Cumbusyan, fondatore del Collectorspace di Istanbul, un’organizzazione tesa a sottoporre al pubblico le collezioni d’arte private. Il premio per il miglior video proposto sarà selezionato da una giuria di professionisti presieduta dal nuovo direttore del MACBA, Ferran Barenblit.

Loop Barcellona 4

Loop Barcellona 5

Parallelamente alla fiera, il LOOP lancerà il libro “I have a friend who knows someone who bought a video, once,” una pubblicazione incentrata sulla collezione dei prodotti di questa pratica effimera. Partendo dalla scorsa edizione dei Panel (“Beyond Objects: A Debate on Engaged Attitudes Towards Collecting”), il libro si unirà al dibattito già incalzante sul riconoscimento di video e film come oggetti da collezione, ampliando sostanzialmente lo scopo del LOOP in veste di piattaforma per il pensiero critico.

Presenterà il contributo di Erika Balsom, Keren Cytter, Erick Beltrán, Andrea Lissoni, Barbara London, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Julia Stoschek e Sandra Terdjman, per citarne alcuni.


http://www.loop-barcelona.com

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn