Lawrie Shabibi - Dubai
18 / 01 / 2016 – 03 / 03 / 2016

Lawrie Shabibi è lieta di annunciare In the Future They Ate From the Finest Porcelain di Larissa Sansour. La mostra presenterà alcune proiezioni del suo film più recente – che porta lo stesso titolo – insieme a un’installazione e tre opere fotografiche su grande scala. Attraverso il suo film, Sansour esamina la politica dell’archeologia e il modo in cui i miti del passato possono trasformarsi in interventi storici con il potere di formare il carattere nazionale.

Il film, ambientato in una dimensione spaziotemporale ambigua e con un’affascinante colonna sonora, è una combinazione tra sci-fi e raffigurazione archivistica. A volte si proietta nel passato, altre si spinge nel futuro con l’intento di creare una storia costruita.

Una protagonista femminile che si descrive come una “terrorista narrativa” è interrogata dalla sua interlocutrice, la cui identità rimane ignota ed è quindi aperta a speculazioni – è una giornalista, una psichiatra, un’interrogatrice? La protagonista racconta di far parte di un gruppo di resistenza apparentemente sull’orlo dell’apocalisse, nel quale “l’archeologia è la prima linea”.

Lawrie Shabibi 2

Le armi utilizzate da questo gruppo di opposizione sconosciuto sarebbero infatti elaborate porcellane decorate con il Kefiyyeh, motivo tipico degli abiti palestinesi, e simboli di decine di anni di resistenza. Nella scena più drammatica del film queste porcellane, appartenenti a una civiltà del tutto immaginaria, vengono trasferite e sepolte nel luogo dov’è ubicato il gruppo.

Rappresentano “gli elementi del terreno che i futuri archeologi porteranno alla luce”, l’obiettivo del gruppo di influenzare la storia e sostenere rivendicazioni future sulle loro terre che stanno scomparendo: una volta rinvenuto, il servizio di porcellana sarà la prova che questa gente è esistita.

L’esibizione comprende inoltre tre fotografie in scala grande che mostrano immagini ottenute dagli archivi della Biblioteca del Congresso e dall’UNRWA, allo scopo di realizzare una collezione pan-storica delle varie forze susseguitesi nel corso degli anni nell’occupazione della Palestina.

Lawrie Shabibi 3

Infine, Larissa Sansour presenta un’installazione che raffigura una catena di montaggio apparentemente abbandonata nel bel mezzo della creazione dei piatti di porcellana immaginari. Deliberatamente cruda, l’opera mette in luce come il nostro passato può essere sistematicamente controllato e fabbricato.

Lawrie Shabibi è una galleria d’arte contemporanea con sede all’Alserkal Avenue di Dubai. Sostiene lo sviluppo a lungo termine delle carriere di giovani artisti d’arte contemporanea internazionali, con particolare riguardo a quelli provenienti dal Medio Oriente e dal Nord Africa. La galleria organizza inoltre mostre storiche in collaborazione con una generazione più matura di artisti locali. Attraverso la cooperazione con curatori, istituzioni, musei e collezionisti, ha introdotto con successo gli artisti internazionali nella regione, presentando allo stesso tempo gli artisti mediorientali alla comunità artistica contemporanea internazionale.


http://www.larissasansour.com/ 

http://www.lawrieshabibi.com/

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn