Many Venues
20 / 05 / 2017 - 11 / 06 / 2017

L’11° Festival di Arti Audiovisive del dipartimento di Studi Musicali e Arti audiovisive dell’Università Ionica è esteso nello spazio e nel tempo: il festival durerà per un totale di 23 giorni, dal 20 Maggio all’11 Giugno, e si terrà sia a Corfù che Atene.

Più specificamente, la Sala Concerti di Atene ospiterà l’evento “Retrospettiva in Megaron”, che include una mostra di opere d’arte digitali, concerti di composizioni elettroacustiche, così come seminari e conferenze su “Arte & Cultura Digitale” (20-21 Maggio).

Il luogo principale del festival, l’Università Ionica di Corfù, ospiterà la 2^ Conferenza Internazionale “Tabù-Trasgressione-Trascendenza nell’Arte e nella Scienza”, includendo due mostre, e la 1^ Scuola Estiva di Arti Ibride. Il programma della conferenza è espanso per incorporare presentazioni teoriche e artistiche (26-28 Maggio), poster (26-30 Maggio), e la mostra collettiva “Body Esc” (25 Maggio – 4 Giugno). Il programma della Scuola Estiva include lezioni di relatori (29 Maggio – 11 Giugno) del campo artistico e scientifico, oltre ai corsi teorici e pratici programmati.

Sito web ufficiale: http://avarts.ionio.gr/festival

Evento “Retrospettiva in Megaron”
Sala Concerti di Atene (Megaron), 20 – 21 Maggio 2017

Il Dipartimento di Arti Audiovisive e il Laboratorio di Ricerca e Applicazioni di Musica Elettroacustica (EPHMEE) del Dipartimento di Studi Musicali presenterà l’11° Festival di Arti Audiovisive nella Sala Concerti di Atene (Megaron) il 20 e 21 Maggio 2017. Il Festival, che si tiene ogni anno a partire dal 2006, è divenuto un punto d’incontro per le arti audiovisive nell’era digitale.

L’evento di due giorni include un programma denso di mostre, proiezioni, concerti, laboratori, lezioni e seminari. Il Dipartimento di Arti Audiovisive presenterà il suo percorso retrospettivamente attraverso il tempo in uno spettacolo di arte digitale mostrando opere selezionate di laureati, specializzandi, dottorandi e professori. Allo stesso tempo, l’evento ospiterà opere degli artisti di fama internazionale, come Eija-Liisa Ahtila, Barry Purves e Theodore Ushev. Il programma è integrato includendo laboratori, seminari e lezioni di ospiti di rilievo con un focus sull’arte, la tecnologia e l’estetica della video arte e dell’animazione (Arte e Cultura Digitale).

La mostra esporrà installazioni interattive audiovisive, opere d’animazione e video arte, mappature di proiezione, ambienti acustici, giochi interattivi e audio, fumetti e mostre fotografiche.

I laboratori saranno aperti al pubblico e saranno focalizzati sull’animazione 2D e 3D, piattaforme interattive audiovisive, mappature di proiezione e ricerca sui materiali ibridi digitali.

Nel programma di seminari e lezioni, la nota visual artist, Eija-Liisa Ahtila, sarà la nostra ospite d’onore che presenterà al pubblico la relazione tra il suo lavoro e la pellicola nell’era della tecnologia digitale. I famosi animatori, Barry Purves e Theodore Ushev, invitati in collaborazione don il Festival di Animazione di Corfù BE THERE!, analizzeranno la loro arte, le loro tecniche e il loro approccio alla tecnologia. Dan ejerskar, presidente di EON-Reality, parlerà de “L’evoluzione e il mercato della Realtà Aumentata e il Problema dell’Interazione Uomo – Computer” e il Professor Nikolaos Kanellopoulos farà una presentazione intitolata “Dal Meccanismo di Antikythera al Computer Quantico: Realtà Aumentata e Arte”. Il direttore di BE THERE! e un dottorando del Dipartimento, Vassilis Kroustallis, si focalizzeranno sulla relazione tra animazione e politica e il Dr. Michael Meimaris parlerà di “Cultura umana per uno schermo “accettabile” “.

Il Laboratorio di Ricerca e Applicazioni di Musica Elettroacustica (EPHMEE) presenterà concerti di musica elettroacustica con un sistema di diffusione del suono multicanale appositamente progettato, che offre al pubblico un’esperienza di ascolto unica. Il programma, dal titolo “ACOUSMATA 2017”, include cinque concerti con opere di compositori di Musica Elettroacustica. Volkmar Klein e Thomas Gorbach saranno gli ospiti di questi concerti.

L’evento di due giorni è una produzione congiunta della Facoltà di Musica e Arti Audiovisive dell’Università Ionica e la Sala Concerti di Atene, nell’ambito di Megaron Bridges Cycle e in collaborazione con il Festival Animasyros e il Festival di Animazione di Corfù BE THERE!.

La Facoltà di Musica e Arti Audiovisive (fondata nel 2013) dell’Università Ionica comprende il Dipartimento di Arti Audiovisive e il Dipartimento di Studi Musicali. Il Dipartimento di Arti Audiovisive (fondato nel 2004) fornisce studi pre-laurea e post-laurea ai ricercatori degli artisti dei New Media. Il Dipartimento di Studi Musicali (1992) offre un programma di studi con un focus su compositori di professione, interpreti, insegnanti di musica e tecnici musicali.

Il Laboratorio di Ricerca e Applicazioni di Musica Elettroacustica (EPHMEE, fondato nel 2003) del Dipartimento di Studi Musicali e un’unità di ricerca che sostiene il programma di Tecnologia della Musica del Dipartimento di Studi Musicali. Il EPHEMEE, grazie all’uso della tecnologia elettronica, produce opere originali nei campi più vasti della Musica e delle Arti visive.

Eija-Liisa Ahtila è uno dei più famosi artisti visuali e registi. Lei stessa ha descritto la sue opere come “drammi umani”. Il suo lavoro di concentra su problemi esistenziali e sul linguaggio della pellicola, e più recentemente, su più profondi problemi teorici e filosofici, riguardanti l’esistenza umana e la cultura. Tra gli altri, il suo lavoro è stato esposto in mostre individuali e retrospettive alla Tate Modern, al MoMA, al Guggenheim, a Bilbao, a Jeu de Paume, alla Neue Nationalgalerie di Berlino, al Kiasma di Helsinki, al Moderna Museet di Stoccolma, mentre ha partecipato a importanti mostre collettive, come la Biennale di Venezia.

http://www.tate.org.uk/context-comment/video/moving-images-eija-liisa-ahtila
http://www.crystaleye.fi/

Barry J. C. Purves è un regista, sceneggiatore e produttore britannico, che lavora solitamente, ma non esclusivamente, con l’animazione. Sono stati attribuiti a Purves più di sessanta premi internazionali come miglior regista, miglior film, gran premio, nomination all’Oscar e ai premi BAFTA. Molti festival hanno tenuto retrospettive sui suoi lavori, includendo il Festival Internazionale di Edimburgo, il Bristol Puppet Festival e il London International Animation Festival.

www.barrypurves.com

Theodore Ushev è un animatore, graphic designer, illustratore e artista multimediale. Ha studiato a Kyustendile all’Accademia Nazionale delle Arti di Sofia. Secondo Ushev, l´animazione ha un impatto socio-politico, carattere umanitario e poteri terapeutici. La sua opera esplora la relazione tra mezzo di animazione e arti visive, per esempio, nei movimenti storici dell’avanguardia.

www.ushev.com
https://www.nfb.ca/explore-all-directors/theodore-ushev/

Vassilis Kroustallis viene da Corfù ed è l’iniziatore e direttore del Festival di Animazione di Corfù BE THERE!. Inoltre, è l’editore del portale di animazione zippyframes.com e un dottorando del Dipartimento di Arti Audiovisive. Nel 2016 gli è stato assegnato il Premio Norman McLaren – Evelyn Lambart 2016 per il Miglior Articolo accademico nell’Animazione pubblicato nel 2014-2015. Recentemente è stato selezionato come ambasciatore della Grecia nell’istituzione recentemente creata dei Premi Europei per l´Animazione.

Dr. N. Kanellopoulos, B.Sc., M.Sc., Ph.D., è professore presso il Dipartimento di Arti Audiovisive, Università Ionica, specializzando in Sistemi di Computer e Applicazioni ed eletto Vicepresidente del Consiglio dell’Università Ionica. I suoi lavori pubblicati includono tre brevetti internazionali e circa cento tra articoli e studi. Attualmente il suo interesse principale nella ricerca è nell’applicazione della tecnologia digitale nei sistemi interattivi per l’arte audiovisiva (VR/AR).

http://avarts.ionio.gr/gr/department/professors-lecturers/323-kanellopoulos/

Dr Michalis Meimaris, Professore di nuove Tecnologie nei Media, Comunicazione ed Educazione, con contributi significativi nel campo della narrazione digitale, ha lavorato presso la Facoltà di Comunicazioni e Studi sui Media dell’Università Nazionale e di Capodistria di Atene, essendo anche il Capo di Dipartimento per un periodo di quattro anni. È Direttore dell’Istituto di Ricerca Universitaria di Comunicazioni Applicate, mentre in passato ha fondato e diretto il laboratori di Nuove Tecnologie nella Comunicazione, Educazione e i Mass Media. Gli è stato conferita la carica di Cavaliere dell’Ordine delle Palme Accademiche della Democrazia Francese. Michalis Meimaris è un membro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Unesco per le Tecnologie dell’Informazione nell’Educazione dall’1 Gennaio 2014.

https://mmeimaris.gr/en/

Dan Lejerskar ha cominciato la sua carriera alla Volvo Aerospace come program manager per il programma del razzo Arianne 5 per il motore principale del razzo. Lejerskar possiede due lauree specialistiche in Ingegneria Meccanica e Informatica alla Chalmers University of Technology di Göteborg, Svezia. I suoi premi includono Most Accomplished Businessman (Uomo d’affari di grande abilità) per una Azienda in rapida crescita in Svezia, co-vincitore con il CEO di Volvo AB del Premio Daleen della Chalmers University of Technology e Imprenditore dell’Anno.

https://www.eonreality.com/dan-lejerskar

Thomas Gorbach è un compositore di musica elettroacustica. Ha studiato musica classica tradizionale in Svizzera con specializzazione in Oboe, Composizione e Direzione e Studi di Analisi, Esecuzione e Composizione di Musica Elettroacustica al Dipartimento di Musica Elettroacustica dell’Università di Musica e Arti dello Spettacolo di Vienna. Ha dato diverse lezioni di Musica Elettroacustica all’Università di Tecnologia di Vienna e all’Università di Arti applicate di Vienna. Nel 2007, ha cominciato a costruire il primo Acousmonium dell’Austria, il Vienna Acousmonium, e da allora ha dato 40 concerti nel suo Acousmonium.

www.theacousmaticproject.at

Cresciuto a Vienna, Volkmar Klien ha trascorso la sua infanzia inghiottito nella ricca vita musicale della città con tutte le sue gloriose tradizioni e i suoi radicati rituali. Lavorando a partire dal suo background, Volkmar Klien oggi si batte per estendere le pratiche tradizionali della composizione, produzione e ascolto molto oltre gli arrangiamenti stabiliti della musica da concerto. È professore di composizione e direttore dell’Istituto per composizione e direzione alla Anton Bruckner University (Linz, Austria)

www.volkmarklien.com

Seconda Conferenza Interdisciplinare

“Tabù – trasgressione – trascendenza nell’arte e nella scienza”
Corfù, 25 maggio – 4 giugno 2017

Il Dipartimento di Arti visive e audiovisive della Università Ionica organizza per il secondo anno consecutivo la conferenza interdisciplinare “Tabù – Trasgressione – Trascendenza nell’arte e nella scienza”, che include presentazioni teoriche e di opere d’arte. Dal 25 maggio al 4 giugno 2017, la conferenza avrà luogo in varie località della città di Corfù.

La conferenza si concentra: a) sulle domande sulla natura del proibito e sull’estetica della liminalità – come espresso nell’arte che usa o si ispira alla tecnologia e alla scienza; b) nell’apertura di spazi per la trasformazione creativa nella fusione di scienza e l’arte. La conferenza di quest’anno è ispirata all’opera dei pionieri che hanno messo in discussione il pensiero lineare delle arti spaziali e time-based media e quelli che sono stati in grado di trascendere l’illusione della realtà e dei confini della tecnologia. È dedicata a tutti coloro che continuano a spingere i limiti oltre il prossimo gadget e a capire il ruolo essenziale della fantasia sincronizzata con la realtà. Un ulteriore passo avanti, ancora una volta, sapendo che la dimensione veramente aperta potrebbe essere verso il viaggio della coscienza.

Gunalan Nadarajan, teorico d’arte e curatore che lavora alle intersezioni dell’arte, della scienza e della tecnologia, è decano e professore presso la Scuola di arte e disegno Penny W. Stamps all’Università del Michigan. Ha svolto numerosi ruoli accademici nell’insegnamento, nell’amministrazione accademica e nella ricerca per oltre due decenni.

Irina Aristarkhova scrive e insegna su temi riguardanti la teoria femminista e l’estetica contemporanea. È entrata a far parte della Scuola di arte e disegno Penny W. Stamps come professore associato nel 2012.

Luís Graça è professore associato alla Medical School di Lisbona, dove supervisiona un gruppo di ricerca sull’immunologia cellulare presso l’Instituto de Medicina Molecular.

Marta de Menezes è un´artista portoghese che esplora l’intersezione tra arte e biologia, lavorando in laboratori di ricerca e dimostrando che le nuove tecnologie biologiche possono essere utilizzate come nuovo mezzo d’arte.

Roy Ascott, artista e ricercatore nel campo della cibernetica e della telematica, è Presidente del Planetary Collegium e DeTao Master di Arti Tecnoetiche presso la Beijing DeTao Masters Academy a Shanghai. È un dottore honoris causa della Universitä Ionica di Corfù, in Grecia.

María Antonia González Valerio è un professore a tempo pieno presso l’Universidad Nacional Autónoma de México (UNAM). Lavora all’interno della linea di ricerca sull’ontologia-estetica e della linea interdisciplinare di arti, scienze e humanities, in particolare nel campo dell’arte che utilizza i bio-media.

Polona Tratnik, Ph.D., è decano della Alma Mater Europaea – Istituto Studiorum Humanitatis, Facoltà e Istituto di Ricerca per l’Umanità, Lubiana, dove è anche professore e capo della ricerca. È presidente della Società slovena di estetica (dal 2011) e membro del comitato esecutivo dell’Associazione internazionale di estetica.

Kathy High (USA) è un artista interdisciplinare, educatrice che lavora con la tecnologia, l’arte e la biologia. Nel suo lavoro, considera i sistemi viventi, l’empatia, la sentenza animale e i dilemmi sociali, politici ed etici della biotecnologia e delle industrie circostanti. High è Professoressa di Arti presso l’Istituto Politecnico di Rensselaer, Troy, NY.

Oltre ai discorsi, la conferenza interdisciplinare “Tabù-trasgressione-trascendenza in arte e scienza” presenterà due mostre: la prima comprende presentazioni scientifiche attraverso manifesti ed è organizzata dalla Università Ionica in collaborazione con l’A-Club del Planetary Collegium, dell’Università di Plymouth. La seconda, “Body Esc”, intende dare il via a una breve riflessione sul significato del corpo nell’era digitale e biotecnologica. Dispone di opere in vari media, creati da artisti greci e internazionali durante diversi periodi. Tra le altre, ci saranno opere di Andrew Carnie, Joseph Nechtaval, Kira O’Reilly e Nicos Panayotopoulos. “Body Esc” si svolgerà presso la Municipal Gallery di Corfù, dal 25 maggio al 4 giugno 2017.

Andrew Carnie è un artista e accademico. Attualmente fa parte del team di insegnamento di Belle Arti della Scuola della Winchester School of Art, Università di Southampton, in Inghilterra. La sua pratica artistica spesso coinvolge un’interazione significativa con gli scienziati di settori diversi come fase iniziale nello sviluppo del suo lavoro.

Joseph James Nechvatal è un artista digitale post-concettuale e teorico d’arte che crea quadri grazie a computer e animazioni informatiche, spesso utilizzando virus informatici personalizzati.

Kira O’Reilly è un’artista che lavora a Helsinki. È stata recentemente direttrice del corso di laurea magistrale in Ecologia e performance contemporanea presso la University of Arts, Helsinki Theatre Academy (TeaK). La sua pratica deriva da un passato nelle arti visive, con un approccio che a volte è deliberatamente interdisciplinare o meno. I suoi interessi riguardano performance, pratiche biotecnologiche e scrittura, attraverso le quali esamina riconfigurazioni teoriche sul corpo.

Nicos Panayotopoulos non è solo un fotografo, ma anche un teorico e un critico di fotografia. Ha esposto lavori sia in Grecia che all’estero. Nel 1986 è entrato a far parte del Dipartimento di fotografia del Technological Educational Institute of Athens dal quale si è ritirato come professore di Art Photography nel 2012. Recentemente, ha fatto parte del dipartimento di Arti visive e applicate, University of Western Macedonia.

Comitati:

Comitato di coordinamento: Roy Ascott, Adam Zaretzky, Dalila Honorato, Leigh Landy, Melentie Pandilovski, Stelarc, Polona Tratnik, Andreas Floros.

Comitato scientifico e artistico: Greg Anderson, Stavros Vlizos, Marco Maria Gazzano, Andreas Giannakoulopoulos, Gina Giotaki, Luis Graça, Renata Dalianoudi, Iannis Zannos, Adam Zaretsky, Dalila Honorato, Ioannis Kanarakis, Nikolaos Kanellopoulos, Assimina Kaniari, Andrew Carnie, Catherine Karousos , María Menezes, Marc Mercier, Xenophon Bitsikas, Brenda Murphy, Antonia Plerou, Olga Pombo, Avi Rosen, Irini Stathi, Marianna Strapatsakis, Polona Tratnik, Tania Tsiridou, Maria Chalkou, Apostolos Loufopoulos, Yorgos Maniatis, Polyxeni Mantzou, Irini Mavrommati, Andreas Floros, Elena Chamalidi, Dimitris Charitos, Anna Chatziyannakis.

Comitato organizzatore: Dalila Honorato, Andreas Giannakoulopoulos, Tania Tsiridou, Michalis Panagopoulos, Maria Chalkou, Yorgos Drosos, Katerina Kanellopoulou, Marina Papasotiriou, Maria Sdrolia.

Sito ufficiale: http://avarts.ionio.gr/ttt/

Prima scuola estiva sulle arti ibride

Corfù, 29 maggio – 11 giugno 2017

Il dipartimento di arti audiovisive organizza la prima scuola estiva sulle arti ibride. Il campo delle arti ibride è ampio e va dalla Interactive Performance alla Bioart; è all’avanguardia negli ultimi sviluppi sia nella creazione tecnologica che in quella artistica. Gli oratori invitati e i partecipanti si dedicheranno a un’ampia gamma di campi e aree internazionali.

Il programma è in inglese e i corsi dureranno due settimane, dal 29 maggio all’11 giugno: Brain imaging, Internet art, Introduzione alle arti ibride, Radio art, Semiotica dell’inspiegabile, Composizione algoritmica, Metodologia di ricerca basata sull’arte, Corporeality nelle performance intermediali, Codifica creativa, Location based storytelling e Site specific art. Il programma prevede anche relatori esterni e artisti come Pauline Brooks, Mary Maggic, Adam Zaretsky e Leigh Landy.

Pauline Brooks è docente di dance performance e pedagogia e decano associato per la qualità presso la facoltà di istruzione, comunità e tempo libero presso la Liverpool John Moores University. Negli ultimi anni, la sua ricerca ha coinvolto la collaborazione in performance intermediali e telematiche con colleghi di danza e musica negli Stati Uniti, Regno Unito e Europa.

Mary Maggic è un’artista e biohacker che lavora all’intersezione della biotecnologia e della disobbedienza civile. I progetti più recenti di Maggic, “Open Source Estrogen” e “Estrofem! Lab”, generano protocolli fai-da-te per l’estrazione e la rilevazione di ormoni estrogeni in corpi e ambienti, dimostrando la sua micro-performatività e il potenziale per la mutagenesi, cioè l’hacking di genere.

Adam Zaretsky, Ph.D., è un wet-lab art practitioner che mescola l’ecologia, la biotecnologia, le relazioni non umane, la performance del corpo e la gastronomia. La sua pratica artistica si concentra su una serie di implicazioni legali, etiche, sociali e libidiche dei materiali e dei metodi biotecnologici, con particolare attenzione agli umani transgenici. Attualmente è visiting professor di Media Arts presso la School of Communication and the Arts al Marist College.

Leigh Landy è un compositore e musicologo. Detiene una cattedra di ricerca presso la De Montfort University dove dirige il centro di ricerca per la musica, la tecnologia e l’innovazione. Le composizioni di Landy includono diverse opere per video, ballo e teatro. È direttore della rivista internazionale “Organized Sound” (Cambridge University Press) e autore di oltre 100 articoli e sette libri.

Comitato organizzativo

Presidente: Michael Panagopoulos

Capo del programma: Dalila Honorato

Membri: Ioannis Deligiannis, Marily Argirokastriti, Dana Papachristou

Sito ufficiale: http://avarts.ionio.gr/summer/

SHARE ONShare on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn