aprile 2016

hypereality1

La mostra online Digital Canvas: “Hyper Reality”, Digicult Carte Blanche

(English) Digital Canvas on air Exhibition of Digital Art by Ikono Tv, brings together a selection of outstanding international artists with more than 80 video works that explicitly employ the use of electronic and digital tools while making direct references to art history. Digicult curated a Carte Blanche entitled "Hyper Reality"
rivane 1

Rivane Neuenschwander: Secondary Stories

Secondary Stories è la nuova installazione dell'artista brasiliana Rivane Neuenschwander, presente presso la Linda Pace Foundation fino al 2017. Opera ipnotica in cui lo spettatore prova dei dislivelli percettivi causati dalla commistione di realtà e distorsione, il tutto inserito in una cornice colorata che ricorda una festa in stile pop art.
Holbaek 1

An Age of Our Own Making

An Age Of Our Own Making è una mostra che si svolge in tre città danesi differenti, con lo scopo di avviare una riflessione intorno alla condizione umana attuale. Ecologia, libertà e spazio politico sono alcuni temi che gli artisti useranno nelle loro opere per rintracciare l'umano e il suo stato all'interno della società contemporanea.
Exposition imaginaire 1

L’Exposition Imaginaire. (The Imaginary Exhibition)

Il mondo digitale non sta cambiando solo le nostre abitudini, ma anche il nostro modo di percepire e vivere l'arte. Recarsi al museo sembra oggi una pratica in via d'estinzione, sostituita dalle passeggiate virtuali all'interno delle gallerie d'arte. La mostra cerca di rispondere a questi quesiti, osservando il fenomeno da varie prospettive.
reset modernity 1

Reset Modernity!

Presso il ZKM (Centro per l’Arte e la Tecnologia dei Media) di Karlsruhe è presente la mostra collettiva Reset Modernity! Che spinge i visitatori a sperimentare la modernità resettata, ossia a reindirizzare i segnali confusi suggeriti dalla nostra epoca, intraprendendo percorsi alternativi in cui le nostre scelte divengono primarie.
Manuel Chantre 1

Manuel Chantre: Monday March 11, 2013

Al BIAN di Montreal di quest'anno sarà presente Manuel Chandre con Monday March 11, 2013. L'opera nata utilizzando foto e video trovati in un cellulare perduto e che è una lettura poetica, antropologica e anche critica sulla nostra contemporaneità e condizione umana, in cui i telefoni sono divenuti quasi delle nostre estensioni fisiche ed emotive.
digital 1

Digital Abstractions

L'arte è un gioco tra astrazione, codici matematici e sistemi digitali sembra dirci la mostra collettiva The Digital Abstractions, presente all'HeK (Casa delle Arti Elettroniche) di Basilea dal 7 Aprile. Esposte opere d'arte che tracciano l'immaginario e creano mondi paralleli tramite il supporto di computer, software e programmi informatici.
Cameron Robbins 1

Cameron Robbins: Field Lines

Al MONA è in mostra Field Lines la prima mostra personale di Cameron Robbins. Attento all'interazione tra la natura e i suoi elementi, attraverso strumenti meccanici di sua stessa invenzione, in Field Lines si assiste allo svelamento dell'invisibile in cui forze naturali, non sempre percepibili, prendono corpo e vivono dentro e fuori dall'opera.
news

Breaking news

Attraverso linguaggi video molto differenti Alterazioni Video, Filippo Minelli e Carlo Zanni irrompono in scenari reali e/o costruiti immaginandone un punto di volta, l’arrivo di un evento esterno, qualcosa di forse vagheggiato, ma mai pienamente inteso, a cambiare sia la percezione del paesaggio come risultante politico, sia il rapporto con l’informazione e ciò che essa altera o tace.
As rights 1

As Rights Go By. Sull’erosione e la negazione dei diritti

Al freiraum Q21 INTERNATIONAL di Vienna è presente As Rights Go By - Sull’Erosione e la Negazione dei diritti, una mostra collettiva che analizza le implicazioni della globalizzazione e della sorveglianza sui diritti civili e umani. Gli artisti usando opere video, installazioni e le nuove tecnologie esplorano questo nuovo scenario, così vicino a noi.
press release 2

Ingenious and Fearless Companions by High Altitude Bioprospecting (HAB)

Fino a Giugno al Birmingham Open Media sarà presente la mostra collettiva del team HAB. Ingenious and Fearless Companions trasporterà lo spettatore nel micro mondo dei batteri e dei microorganismi che viaggiano e resistono nello spazio. Il progetto supportato dalla NASA e dal The Rocket Mavericks avvia un'ulteriore legame tra le arti e la scienza.
Saturation 1

Matthew Biederman & Pierce Warnecke: Saturation

Fino a che punto possiamo spingere la nostra percezione? E siamo consapevoli di quello che vediamo e captiamo? Matthew Biederman e Pierce Warnecke sono in mostra per un mese al centro culturale Tobačna 001 di Lubiana, con Saturation. Un percorso percettivo ottico e uditivo in cui lo spettatore vivrà stati illusori, ipnotici e lucidi.
Korakrit 1

Korakrit Arunanondchai: Letters to Chantri #1

Letters to Chantri #1 la nuova installazione/performance di Korakrit Arunanondchai, visitabile fino a Maggio allo S.M.A.K di Ghent, apre una riflessione intorno agli stili di vita e alla società del consumo presente in Oriente e Occidente. Un'opera ibrida in cui esotismo, religione e futurismo sono interconnessi, dando vita ad una nuova visione.
unit 1

#unit: Connecting Unicorns. Il primo Tech Festival queer del mondo

E' in arrivo la seconda edizione del festival queer di tecnologia, che ancora una volta si svolgerà presso il Postbahnhof Club di Berlino. Il festival #unit è uno dei più grandi eventi del suo genere a livello mondiale, una piattaforma per tecnofanatici etero e non, ma anche per tutti coloro che amano la tecnologia in quanto mezzo di comuncazione
baecker5

Order+Noise (Interface I). La personale di Ralf Baecker

Ralf Baecker artista famoso per il suo background in computer science correlato alle tecnologie, presenterà al NOME di Berlino Order+Noise (Interface I) la sua nuova installazione, che esplora i meccanismi in cui gli elementi coinvolti si influenzano a vicenda dando vita a un processo cinetico e meccanico in cui non manca però il fattore culturale.
Liam Gillick 1

Liam Gillick: Campaign

Per la prima volta in Portogallo verrà esposto Liam Gillick con il suo ultimo progetto Campaign. Vere e proprie coreografie spaziali in cui al loro interno sono postulati i concetti di tempo, durata e visione sociale. Nuove sculture che interrogano e giocano con l'osservatore, per creare spazi fisici alternativi atti a stimolare la riflessione.
Carsten Holler 1

Carsten Höller: Doubt

Il 7 Aprile all'interno degli spazi dell'HangarBicocca si apre la mostra Doubt firmata dall'artista tedesco Carsten Höller. Un viaggio percettivo e sensoriale in cui lo spettatore è condotto ad abitare letteralmente le opere e a decidere quale percorso seguire, generando in lui diversi stati d'animo utili per reinterpretare la realtà.