febbraio 2012

numero71_Enter the Void 01

Enter The Void. Director’s Cut

Gaspar Noé, terminati gli studi, trova subito l'opportunitˆ di girare due cortometraggi in bianco e nero: Tintarella di luna nel 1985 e Pulp amre nel 1987. Il primo  la semplice storia di un tradimento coniugale, mentre il secondo mostra un uomo che tenta di violentare sua moglie, dopo che ha sentito per radio che lo stupro pu˜ essere un atto di profondo amore: qui, probabilmente, nasce la poetica del regista argentino.
numero71_Perspective 01

Vertigine Prospettiche. Le Immagini Di Francois Vogel

François Vogel  fotografo e film-maker francese. é stato definito di volta in volta 'mago barocco del video' [1] o 'cosmonauta dell'immagine' [2] e si muove con agilitˆ tra il mondo della comunicazione e quello del video indipendente realizzando spot pubblicitari, video musicali e numerosi cortometraggi conosciuti e premiati a livello internazionale. L'ultima edizione del festival Invideo gli ha dedicato una retrospettiva [3], offrendoci cos" l'occasione di osservare da vicino il suo straordinario lavoro.
numero71_Kristoffer Gansing 01

Kristoffer Gansing. Parlando del transmediale 2012

transmediale si  appena concluso. L'edizione 2k+12 del festival di media art Berlinese ha avuto luogo dal 31 Gennaio al 5 Febbraio, come di consueto presso la Haus der Kulturen der Welt, bellissimo centro culturale polifunzionale nel mezzo del Tiergarten.
numero71_The Transformation 01

La Trasformazione Dell’attivita’ Curatoriale

Il testo  la versione modificata di un saggio pubblicato su switch, un evento, progetto e libro che archivia i primi tre anni del progetto artistico di Triona Ryan e Harald Turek a Nenagh nel Tipperary in Irlanda. È partito nel 2008 con un approccio nuovo verso l'esposizione di opere contemporanee con immagini in movimento in un contesto rurale il dialogo tra artisti, pubblico e opere d'arte che si svolge fuori dalla grande cittˆ e si applica al ritmo delle comunitˆ pi piccole
numero71_Israeli Center 01

Israeli Center For Digital Arts. Il Lato Mediorentale Dell’arte

Il nostro viaggio ci porta in Israele in particolare, non lontano dalla capitale, Tel Aviv, ad Halon, dove si trova l'Israeli Center for Digital Arts, primo ed unico centro locale dedicato alle arti digitali e ai new media. Il centro  stato fondato nel 2001 con l'obiettivo di promuovere le arti digitali, e non solo, in Israele e allo stesso tempo per favorire il dialogo fra artisti e pubblico e tra gli artisti stessi, israeliani ed internazionali.
numero71_Thomas Feuerstein 01

Thomas Feuerstein: Bio Inganni, La Messa In Scena Di Un’idea

Cosa ci fa un'installazione biotech in una mostra dedicata alla democrazia? Avanzando nell'ultimo percorso espositivo organizzato dalla Strozzina di Firenze ci si rende conto di quanto sia deludente visitare una mostra a carattere forzatamente 'tematico'
numero71_Marta de Menezes 01

Marta De Menezes. L’analisi Sistemica Della Bio-art

Marta de Menezes lavora da un decennio con le tecniche e i materiali biologici, suoi strumenti di lavoro, e spesso lo fa in collaborazione con gli scienziati e in particolare con i biologi. La De Menezes  una dottoranda all'Universitˆ di Leida e direttore artistico di Ectopia, un laboratorio d'arte sperimentale a Lisbona. Recentemente, con l'impiego dii strumenti di analisi della biologia dei sistemi al campo della pratica artistica, la de Menezes sta attuando un approccio riflessivo e coinvolgente nei confronti della ricerca artistica. È un approccio che abbraccia la complessitˆ e potrebbe tradurre una comprensione pi profonda sullo sviluppo storico e sulle strutture costituenti dell'arte, oltre che sulla ricerca legata al campo della biologia.
numero71_The Influencers 2012 01

The Influencers 2012: Guerra A Colpi Di Arte

Quest'anno The Influencers promette davvero bene. Ma, a essere sinceri, quando mai ha deluso il suo affezionato pubblico o non ha sorpreso positivamente chi lo scopriva per la prima volta? Il festival pi originale e vivace di Barcellona, nel 2012, arriva all'ottava edizione e come sempre avrˆ luogo al CCCB, dal 9 all'11 febbraio.
electronica_claudiagalal01

Anstam. Un Imprevedibile Viaggio Sonoro

L'oscuritˆ caratterizza la musica di Anstam. Un'oscuritˆ vasta, estesa in uno spazio solo intuibile, eppure estremamente claustrofobica perché piena di elementi diversi. È come se conducesse l'ascoltatore in una grande sala buia e lo lasciasse vagare al suo interno per scoprire cosa nasconde.
numero71_The sublime 01

Il Sublime E Il Vulnerabile. L’arte Di Carrie Mae Rose

Ed è proprio intorno a questi oggetti magici che prende vita il più recente ambito di indagine estetica e concettuale del lavoro di Carrie Mae Rose, scultrice, performer, designer interattiva, nota soprattutto per il suo lavoro Wearable Weapons realizzato nell'ambito di una residenza e borsa di studio presso Eyebeam a New York.
numero71_Detached from Yourself 01

Separato Da Te Stesso. Quindi Sotto Controllo – Parte 1

Il presente saggio ha lo scopo di chiarire l'attuale situazione della new-media art in Giappone. Il lettore potrebbe chiedersi se oggi gli artisti della new-media art giapponese sono gli stessi della controparte occidentale. Oppure se gli artisti giapponesi siano consapevoli di operare su un livello diverso rispetto ai loro colleghi.
numero71_Drawing The invisible 01

Drawing The Invisible. Urban Transcripts 2011

La workshop unit Roma & Urban Superbia: Drawing the Invisible si  svolta a Roma dal 13 al 17 dicembre 2011, in quanto rientra nel workshop internazionale sulla cittˆ dal titolo Urban Transcripts 2011: Roma, la cittˆ accidentale
numero71_The Total Artist 01

L’artista Totale. Arti Sceniche E Musicali

The Brain Soundtrack  un lavoro, in fase di sviluppo, dalla sua data di inizio nel 2002. Si tratta di una trilogia di progetti, che il suo autore, l'artista portoghese Ye77a definisce: la colonna sonora della mia vita. Il primo progetto della trilogia si chiama 4Play e il secondo Back and Forward. Il terzo  ancora in fase iniziale di elaborazione.