aprile 2010

softwareart_marchancock04

Decode Exhibition. Software Art Al Victoria & Albert Museum

Quando un'opera d'arte viene considerata oggetto di design? Quando essa ha un fine utilitaristico? E se non lo possiede ma  concepita per racchiudere un concetto che si riferisce all'esperienza umana e che cerca di cogliere qualcosa sull'essenza della nostra esistenza? é proprio questa la prima domanda che mi  passata per la mente quando sono arrivato al Victoria & Albert Museum di Londra per visitare la mostra Decode, aperta al pubblico dall'8 Dicembre 2009 fino all'11 Aprile 2010.
performingart_massimoschiavoni02

Proiezioni Sospese. Gli Equilibri Mutevoli Di Wanda Moretti

Luisa Valeriani nel suo ultimo saggio Performers - figure del mutamento nell'estetica diffusa, analizza in un'unica figura artista e consumatore, pratiche socio-antropologiche di spettacolarizzazione creativa che emergono oramai dal basso; 'performers' che privilegiano il proprio punto di vista ed il proprio stile mettendo in scena un'inedita creativitˆ artistica che sconfina nella moda, nella sociologia ma anche nella politica.
numero53_Spectra 01

Spectra. Il Movimento Per Cindy Van Acker

Tra le figure pi interessanti in ambito internazionale, la coreografa Cindy Van Acker  da diversi anni impegnata in una ricerca radicale sul movimento, al quale associa un'indagine del dispositivo scenico in chiave sonora, accompagnata da figure di primo piano della scena elettronica contemporanea, come Mika Vainio dei Pan Sonic: con lui ha, infatti, avviato una collaborazione a partire da Kernel, lavoro del 2007.
numero53_Syntethic 01

Synthetic Aesthetics. Il Design Della Vita

Troppo tardi per candidarsi alle borse di studio in Estetica Sintetica: la deadline per la presentazione delle domande era fissata per il 31 marzo 2010. Il bando si rivolgeva a 6 artisti/designer e a 6 scienziati/ingegneri disposti a partecipare al progetto di scambio in biologia sintetica, design, ed estetica. Il bando  per˜ un'opportunitˆ per approfondire il tema dell'estetica sintetica, un tema direttamente collegato alla biologia sintetica, argomento sul quale Digicult si  giˆ soffermato, brevemente, in passato
numero53_A year of art 01

Un Anno Di Arts Santa Monica. Intervista Con Vicenc Altaio’

Il 2010 del nuovo Arts Santa M˜nica di Barcellona  cominciato con rinnovati stimoli di creazione, discussione e di confronto. Nuovo di mentalitˆ, spirito ed aspirazioni, l'Arts Santa M˜nica, antico convento situato nell'emblematica Rambla e a pochi passi dal mare, vive una nuova tappa della sua storia, questa volta dedicata all'interdisciplinarietˆ e alle relazioni tra arte, scienza e comunicazione.
numero53_A surreal 01

Un Dubbio Surreale. I Progetti Del Collettivo Iocose

IOCOSE e' un collettivo nato a Bologna nel 2006. Il loro stile e' spensieratamente prank-artistico, incorporando pero' nella pratica una serie di domande che nascono da una relazione matura con Internet, social networks, nuovi media. IOCOSE ha esposto, fra gli altri, all'ultima edizione di The Influencers a Barcellona.
netart_teresadefeo04

La Sfida Dell’open Observatory. Roger Malina And The New Leonardos

La trasparenza dei dati, la libera circolazione delle idee, una proficua collaborazione tra arte, scienza e tecnologia, ma anche tra semplici cittadini ed addetti ai lavori, sembra essere la scommessa di Roger Malina. Recentemente ospite dell'iniziativa Meet The Media Guru a Milano, direttore dell'Osservatorio Astrofisico di Marsiglia, dove  membro dello Observational Cosmology Research Group, Roger Malina  responsabile editoriale della rivista Leonardo del Massachussets Institute of Technology (MIT), e promotore di una serie di progetti di convergenza interdisciplinare, di cui avremo modo di parlare pi avanti e, ve lo garantisco, di grande interesse
ia_serenacangiano05

Meccatronica E Diy. Marc Dusseiller E Il Soldering Artistico

Esistono pratiche legate all'uso artistico e creativo della tecnologia che possono essere quasi paragonate ad un sottobosco, perché ricche di raritˆ e perch inesplorate, all'ombra di ambiti e linguaggi consolidati, caratterizzati da codici e estetiche ormai ampiamente supportati dalla teoria, dal pubblico e dal mercato. Si tratta di pratiche che sono difficili da interpretare attraverso il framework della arte digitale perché generate da un remix di idee e discipline che, da un lato, guardano alla storia degli albori della sperimentazione dell'elettronica in ambito artistico, dall'altro alla cultura hacker, all'arte elettronica e al design tecnologico.
hacktivism_barbarasansone02

Il Donkijote Di Cristian Bettini. La Sostenibile Lentezza Dell’essere

C'era una volta un uomo, che viaggiava con un asino. E con loro c'erano anche un GPS, una placca solare, un portatile con un modem e una videocamera. E i passi dell'asino guidavano l'uomo nella natura, passi molto diversi da quelli che fanno gli uomini da quando camminano nelle cittˆ. L'asino si chiamava Minuto e l'Italianissimo Cristian Bettini lo ha usato come accompagnatore e come metronomo del suo cammino in un progetto artistico (Donkijote terzo capitolo di un progetto complesso nato come Lasino.org, e proseguito come Donkeypedia) che gli ha permesso di scoprire l'affascinante regione delle Asturie in Spagna, con i piedi per terra.
elettronica_luisabertolatti03

In Equilibrio Tra Ritmo E Misura. Intervista Ad Aoki Takamasa

Originario di Osaka, Aoki Takamasa é un artista che attualmente vive a Berlino. Musicista elettronico, i suoi lavori e le sue composizioni si snodano attraverso un amalgama ritmico di suoni e ritmiche glitch, tradotti in quel genere di ricerca musicale conosicuto da oltre un decennio come IDM, con opportuni rimandi alla techno e all'electro
numero53_Biomimethic 01

Science Premia La Biomimetica. L’immagine Scientifica Come Arte

Un Team di ricercatori della Seconda Universitˆ di Napoli, composto dal Prof. Mario De Stefano del Dipartimento di Scienze Ambientali, Facoltˆ Scienze del Farmaco per Ambiente e Salute, da me per il Dipartimento di Industrial Design Ambiente e Storia, Facoltˆ di Architettura Luigi Vanvitelli e dalla Dott.ssa Antonia Auletta,neolaureata in Disegno Industriale presso la stessa Facoltˆ,  stato premiato con una menzione d'onore nell'ambito dell'edizione 2009 della International Science and Engineering Visualization Challenge, la prestigiosa competizione internazionale di fotografia scientifica organizzata dalla National Science Fundation e dal magazine Science.
design_annamariamonteverdi07

Medi/action E Mediam(bi)ente. Il Metodo Nu Former

Le superfici proiettabili delle metropoli sono diventate le facciate dei grandi palazzi. Ne abbiamo giˆ parlato nel precedente numero di Digimag, e questa volta proponiamo l'intervista a Rob Delfgaauw di NuFormer, societˆ olandese che ha diffuso in tutto il mondo la modalitˆ spettacolare di mapping e proiezione video 3D su edifici tale da rispecchiare perfettamente i volumi esistenti e alterare la percezione dell'oggetto statico da parte del pubblico. Spettacoli, campagne pubblicitarie, grandi eventi. Il loro video promo Projection on Buildings una originale video-live performance con i palazzi che sembrano sfaldarsi sotto gli occhi del pubblico o riempirsi di palline colorate, ha fatto il giro del web. Lo stile NuFormer prende campo e fa scuola.
numero53_Telcosystems 01

Telcosystems: Macchine E Orizzonti Audiovisivi

David Kiers, Gideon Kiers e Lucas Van Der Velden sono i Telcosystems, gruppo di ricerca audiovisiva di matrice Olandese, conosciuti e stimati a livello internazionale per il rigore estetico e concettuale dei loro progetti, siano essi live performance o installazioni ambientali.