Dal 2005 Digicult è una delle principali piattaforme internazionali che osservano l'impatto delle tecnologie digitali e delle scienze applicate sull'arte, il design e la cultura contemporanea.

open-cultural-studies-media

Media and Emotions: The New Frontiers of Affect in Digital Culture – Deadline 30/03/2017

Open Cultural Studies, il nuovo peer-reviewed journal di De Gruyter Open, invita teorici e critici dei nuovi media a interrogare le teorie dell'affetto a fronte della crescente digitalizzazione delle interazioni tra umani e tra umano e non-umano. Interazioni emotive, sentimenti ed esperienze affettive mediate dalle nuove tecnologie, la mercificazione e la governace del sentire e altro ancora. Scadenza invio abstract: 30/03/2017.
mattin0

(English) The Authority of Taste. Mattin and theses on noise

(English) Sound artist Mattin and Martina Raponi started a conversation which is still on-going, and of which this unusual interview is part. It culminated in the drafting of a manifesto about noise. In this they sketched some ideas about how to frame a new conception about noise without falling again into a necessarily sonic categorization
minecraft6

Costruisci il tuo mondo: Minecraft e l’architettura Open Source

Progettare il proprio mondo, sia esso reale o digitale, significa ampliare il proprio senso di capacità di intervento. Nel caso di Minecraft ci troviamo di fronte ad un’opportunità per gli architetti, di rivolgersi alla crisi dell’edilizia abitativa. Un’etica simile dal punto di vista dell’open-source, del DIY e della collaboratività si può ritrovare nei progetti architettonici di Teddy Cruz, Alejandro Aravena e il Wikihouse Project, sistemi di fabbricazione per profani dell’architettura per progettare e costruire la propria casa
network1

Network Aesthetics di Patrick Jagoda. Chicago University Press, 2016

(English) In this sense, the text Network Aesthetics, represents a truly valuable contribution to the field of media theory and cultural – but also American - studies, in the effort to understand the role of interconnection structures in contemporary culture and to showing how networks might have also a strong aesthetical connotation, encompassing in particular contemporary artistic productions, like television series, movies and games productions.
bazzicchelli

Blowing the Whistle, Questioning Evidence – Web Residencies 2017 by Solitude & ZKM DEADLINE 10/03/2017

Qual è il ruolo dell'arte rispetto alla fuga delle informazioni? Quali tattiche e strategie di resistenza si possono immaginare all'interno e oltre il paradigma tecnologico? "Blowing the Whistle, Questioning Evidence", la Call No.1 del programma Web Residencies 2017 di Akademie Schloss Solitude e ZKM - Zentrum für Kunst und Medien Karlsruhe, curata da Tatiana Bazzichelli, esplora le possibilità di cambiamento politico e sociale evocate dalle nuove tecnologie. Artist*, hacker, informatici, teorici/che, critici/che ed attivist* possono inviare le loro proposte dal 27/02 al 10/03/2017.
bazzicchelli

Blowing the Whistle, Questioning Evidence – Web Residencies 2017 by Solitude & ZKM DEADLINE 10/03/2017

Qual è il ruolo dell'arte rispetto alla fuga delle informazioni? Quali tattiche e strategie di resistenza si possono immaginare all'interno e oltre il paradigma tecnologico? "Blowing the Whistle, Questioning Evidence", la Call No.1 del programma Web Residencies 2017 di Akademie Schloss Solitude e ZKM - Zentrum für Kunst und Medien Karlsruhe, curata da Tatiana Bazzichelli, esplora le possibilità di cambiamento politico e sociale evocate dalle nuove tecnologie. Artist*, hacker, informatici, teorici/che, critici/che ed attivist* possono inviare le loro proposte dal 27/02 al 10/03/2017.
marchlands_feature-image

On the Far Side of the Marchlands

“Marchland” è un termine medievale e fa riferimento ad una terra di confine esente dal controllo diretto dello Stato, governata da leggi e norme in continuo cambiamento. L'esposizione On the Far Side of the Marchlands esplora il potenziale di topografie radicalmente nuove attraverso regioni di confine (marchlands) create dall'artista, composte da regni d'esperienza, cultura e materialità inestricabilmente uniti tra loro.
cyberfemminism

Sonic Cyberfeminisms – Call for Contribution | Deadline: 12/02/2017

Negli ultimi anni la relazione tra suono, genere e tecnologia ha assunto via via maggiore attenzione. Si è osservata la nascita di un numero crescente di network di artisti, archivi e iniziative di formazione nate allo scopo di affrontare le distinzioni di genere in questo campo. Sonic Cyberfeminisms è un'occasione per riflettere in modo critico e dibattere su questi temi.
howmuch_feature-image

How much of this is fiction.

How much of this is fiction., la prossima mostra del FACT a Liverpool, presenta una serie di artisti che si fingono truffatori e utilizzano in modo diretto sotterfugi, inganni, truffe e reati. Questi media artist che si occupano di aspetti politici, utilizzano il raggiro e l’inganno per sfruttare il confine instabile che esiste tra finzione e realtà nel mondo della politica 'post-verità'.
cirio_feature-image

Paolo Cirio “Internet Photography”: opere in mostra nei musei di fotografia di Berlino

Il lavoro di Paolo Cirlo è esposto in due importanti mostre presso il C/O Berlin e il Museum for Fotografie di Berlino. Entrambe le serie riflettono sulla sorveglianza e la privacy attraverso la combinazione di fotografia, internet e street art: Watching You, Watching Me. A Photographic Response to Surveillance presso il Museum für Fotografie e Watched! Surveillance Art & Photography presso C/O Berlin.
waelder_feature-image

Media Art e mercati dell’arte: intervista a Pau Waelder

Pau Waelder è un ricercatore, critico d’arte e curatore che ha appena terminato il suo dottorato di ricerca sul mercato dell’arte, il suo trasferimento sulle piattaforme in rete e l’interazione tra arte contemporanea e New Media Art. La sua ricerca prende atto dell’esplosione dell’Arte Post-Internet, come esempio di un settore artistico connesso alla New Media Art che stimola l’interesse del tradizionale mercato dell’arte.
russ

Edith-Russ-Haus for Media Art: premi per la Media Art 2017 | Deadline: 28/02/17

Il premio della Foundation of Lower Saxony per il Edith-Russ-Haus for Media Art supporta uno spettro piuttosto ampio di opere di media art, dalla video arte ai progetti di rete ai lavori sonori e le installazioni audiovisive. Ciascuno dei tre premi è assegnato per la produzione di nuovi progetti di media art, giudicati da una giuria internazionale
share

La 10ima edizione dello Share Prize: Sincerity | Deadline: 12/03/2017

Il Piemonte Share Festival, il festival Italiano dell'elettronica, della digital art e dei new media, annuncia il tema per il 10imo Share Prize consecutivo: Sincerity. La nostra società di network elettronici ha molte virtù, ma l'opacità, l'inganno e l'oscurantismo sono tra i suoi vizi principali. Per il 2017, Share Festival accende la lanterna di Diogene alla ricerca di opere tecnologiche che siano oneste.
strp1

2017 STRP Biennale: Senses and Sensors

STRP Biënnale 2017: Senses and Sensors esplora il tocco dell’alta tecnologia contemporanea. Si concentra sull’amalgama crescente del biologico col tecnologico, fisico e virtuale, analogico e digitale, tocco e tecnologia, uomo e macchina, il tutto da una prospettiva culturale
newfrontiers5

Sundance Film Festival 2017 e il New Frontier

“New Frontier”, la sezione del Sundance Film Festival dedicata alle nuove tecnologie, compie dieci anni e, per l’occasione, il Festival propone la programmazione più ricca, varia e migliore di sempre. La lista completa comprende “story worlds” in visore per realtà aumentata, acrobazie in video-mapping, un salone di bellezza in realtà virtuale, che produce dati neuroscientifici tramite l'internet of things e una serie di esperienze interattive e tattili in realtà virtuale.
werktank1

Werktank: una piattaforma per la new media art. Poesia, humor e bellezza

Werktank è una piattaforma sui nuovi media che si concentra sulla produzione di progetti d’arte visiva, di media art e performativi con sede operativa a Leuven, in Belgio. L’obiettivo principale delle loro attività è la realizzazione di installazioni che indagano le relazioni tra tecnologia e percezione.
ogawa3

Techno-animismo, poesie visuali e ironia

Artista, ricercatore presso l’Ars Electronica e fondatore del progetto h.o, Hideaki Ogawa pone al centro del suo lavoro la creatività applicata, ossia la ricerca di applicazioni innovative attraverso combinazioni di arte e tecnologia che rispondono ai bisogni sociali. Facendo interagire le radici del mondo giapponese con l'avvento dei new media.
4dprint1

Computational fashion e stampa 4D. Il lato glamour del fabbing e della biologia sintetica

La diffusione degli strumenti per la prototipazione rapida attraverso la stampa 3D e l'evoluzione dei software per la modellazione digitale verso metodi parametrici ha un suscitato un grande interesse da parte del mondo della moda. I designer hanno dato vita a numerose sperimentazioni a diversi livelli di scala: dai tessuti dalle texture tridimensionali ad abiti e accessori progettati per essere realizzati durante un unico processo di stampa e senza la necessità di successive lavorazioni

Ultimi post

tambellini_feature-image

Aldo Tambellini: Black Matters

“Black Matters” è la prima mostra personale di Aldo Tambellini, artista italoamericano tra i pionieri dell’intermedialità e dell’avanguardia sperimentale degli anni Sessanta e Settanta. L'esibizione compie un viaggio nel ventennio compreso tra 1960 e 1920, il periodo più fertile, pregno e diversificato dell'artista.
howmuch_feature-image

How much of this is fiction.

How much of this is fiction., la prossima mostra del FACT a Liverpool, presenta una serie di artisti che si fingono truffatori e utilizzano in modo diretto sotterfugi, inganni, truffe e reati. Questi media artist che si occupano di aspetti politici, utilizzano il raggiro e l’inganno per sfruttare il confine instabile che esiste tra finzione e realtà nel mondo della politica 'post-verità'.
cirio_feature-image

Paolo Cirio “Internet Photography”: opere in mostra nei musei di fotografia di Berlino

Il lavoro di Paolo Cirlo è esposto in due importanti mostre presso il C/O Berlin e il Museum for Fotografie di Berlino. Entrambe le serie riflettono sulla sorveglianza e la privacy attraverso la combinazione di fotografia, internet e street art: Watching You, Watching Me. A Photographic Response to Surveillance presso il Museum für Fotografie e Watched! Surveillance Art & Photography presso C/O Berlin.
lighthouse

Artistic Director job opening at Lighthouse – Deadline 27/02/2017

Il centro d'arte e cultura di Brighton, che connette gli sviluppi dell'arte, della tecnologia e della società, è alla ricerca di un nuovo Direttore Artistico che si occupi di programmi culturali originati nell'intersezione tra arte, educazione e industrie creative. Un'opportunità straordinaria per chi è in cerca di sfide entusiasmanti nell'ambito delle arti innovative e cultura digitale
waelder_feature-image

Media Art e mercati dell’arte: intervista a Pau Waelder

Pau Waelder è un ricercatore, critico d’arte e curatore che ha appena terminato il suo dottorato di ricerca sul mercato dell’arte, il suo trasferimento sulle piattaforme in rete e l’interazione tra arte contemporanea e New Media Art. La sua ricerca prende atto dell’esplosione dell’Arte Post-Internet, come esempio di un settore artistico connesso alla New Media Art che stimola l’interesse del tradizionale mercato dell’arte.
bazzicchelli

Blowing the Whistle, Questioning Evidence – Web Residencies 2017 by Solitude & ZKM DEADLINE 10/03/2017

Qual è il ruolo dell'arte rispetto alla fuga delle informazioni? Quali tattiche e strategie di resistenza si possono immaginare all'interno e oltre il paradigma tecnologico? "Blowing the Whistle, Questioning Evidence", la Call No.1 del programma Web Residencies 2017 di Akademie Schloss Solitude e ZKM - Zentrum für Kunst und Medien Karlsruhe, curata da Tatiana Bazzichelli, esplora le possibilità di cambiamento politico e sociale evocate dalle nuove tecnologie. Artist*, hacker, informatici, teorici/che, critici/che ed attivist* possono inviare le loro proposte dal 27/02 al 10/03/2017.
open-cultural-studies-media

Media and Emotions: The New Frontiers of Affect in Digital Culture – Deadline 30/03/2017

Open Cultural Studies, il nuovo peer-reviewed journal di De Gruyter Open, invita teorici e critici dei nuovi media a interrogare le teorie dell'affetto a fronte della crescente digitalizzazione delle interazioni tra umani e tra umano e non-umano. Interazioni emotive, sentimenti ed esperienze affettive mediate dalle nuove tecnologie, la mercificazione e la governace del sentire e altro ancora. Scadenza invio abstract: 30/03/2017.
Web

Live Performers Meeting 2017 Amsterdam – Deadline 10/04/2017

LMP promuove la ricerca, la sperimentazione e l'incontro tra linguaggi (analogici e digitali) e forme di espressione artistica differenti (hardware e software). Uno dei più importanti eventi nel campo delle Arti Performative Audio-Visive alla sua XVIII edizione (18-21 maggio 2017, Amsterdam) invita artisti e performer ad inviare i loro progetti: live mapping e performance audio-visive, VJ set, installazioni interattive, conferenze, workshop e progetti in mostra. Con una speciale attenzione ai progetti free e open source. Scadenza: 10/04/2017.
metahaven_feature-image

Il medium è il medium. Intervista con Metahaven

Metahaven è uno studio di design fondato ad Amsterdam da Vinca Kruk and Daniel van der Velden, basato espressamente su pratiche di ricerca in ambito grafico e visivo. Alcuni dei più celebri esempi di questa missione sono la loro collaborazione con WikiLeaks, per cui hanno prodotto sciarpe e magliette allo scopo di ridisegnare la loro estetica visiva, il re-branding dell’autoproclamato Principality of Sealand.
nsk_header

NSK State Art: New York, The Impossible Return

Lo scopo delle opere esposte alla mostra “NSK State Art: New York, The Impossible Return” consiste nel creare meccanismi di scambio e formare relazioni umane che nel tempo vanno oltre i confini. Attraverso le loro opere, i nove artisti presenti hanno negoziato confini e attraversato nazioni, espanso concetti della mente, della memoria e della storia.
mattin0

(English) The Authority of Taste. Mattin and theses on noise

(English) Sound artist Mattin and Martina Raponi started a conversation which is still on-going, and of which this unusual interview is part. It culminated in the drafting of a manifesto about noise. In this they sketched some ideas about how to frame a new conception about noise without falling again into a necessarily sonic categorization
marchlands_feature-image

On the Far Side of the Marchlands

“Marchland” è un termine medievale e fa riferimento ad una terra di confine esente dal controllo diretto dello Stato, governata da leggi e norme in continuo cambiamento. L'esposizione On the Far Side of the Marchlands esplora il potenziale di topografie radicalmente nuove attraverso regioni di confine (marchlands) create dall'artista, composte da regni d'esperienza, cultura e materialità inestricabilmente uniti tra loro.
proceed

Kirsten Stolle: Proceed at Your Own Risk

NOME è lieta di presentare la prima personale in Europa di Kristen Stolle, "Proceed at Your Own Risk". Kristen Stolle indaga sull’influenza globale delle aziende chimiche sulle nostre risorse alimentari ed esplora il legame tra gli interessi delle imprese e la salute pubblica.
Sonic Acts Festival Amsterdam

Sonic Acts Festival – The Noise of Being

La 17esima edizione del Sonic Acts intitolata The Noise of Being, si terrà dal 23 al 26 febbraio presso diverse location di Amsterdam. Il festival include una conferenza, diverse mostre, concerti, performances e proiezioni, mettendo in risalto un’ampia gamma di pratiche contemporanee.
russ

Edith-Russ-Haus for Media Art: premi per la Media Art 2017 | Deadline: 28/02/17

Il premio della Foundation of Lower Saxony per il Edith-Russ-Haus for Media Art supporta uno spettro piuttosto ampio di opere di media art, dalla video arte ai progetti di rete ai lavori sonori e le installazioni audiovisive. Ciascuno dei tre premi è assegnato per la produzione di nuovi progetti di media art, giudicati da una giuria internazionale
immagine_head

Blacklist #1: La militarizzazione della Polizia

Blacklist è una serie di documentari pubblici, proiezioni cinematografiche accompagnate da sessioni di dibattito raggruppate per tema sulle sfide significative che la società e l’ambiente devono affrontare al giorno d’oggi. I temi includono la Militarizzazione della Polizia, i Sistemi Automatici e l’Intelligenza Artificiale, la Sorveglianza di Massa, il fascismo del XXI secolo, i Consumi Eccessivi, la sesta Estinzione di Massa, la Sicurezza Alimentare e il Cambiamento Climatico.
strp1

2017 STRP Biennale: Senses and Sensors

STRP Biënnale 2017: Senses and Sensors esplora il tocco dell’alta tecnologia contemporanea. Si concentra sull’amalgama crescente del biologico col tecnologico, fisico e virtuale, analogico e digitale, tocco e tecnologia, uomo e macchina, il tutto da una prospettiva culturale
//