Issue 5

DigiMag Issue 5

hackart_regine02

(Italiano) Chaos Computer Club

(Italiano) Ho incontrato per la prima volta Tim Pritlove, del Chaos Computer Club, durante la prima edizione di Dorkbot Berlin a febbraio. Un'amica ci ha presentati ed ho subito esclamato: Cool, Chaos Computer Club! Sei uno dei ragazzi che hanno fatto quell'allucinante istallazione Project Blinkenlights Complimenti!
videoart_annamonteverdi07

(Italiano) Dell’estetica Del Processo

(Italiano) Italia anno zerodi Giardini Pensili  stato inaugurato con successo a Budapest nell'ottobre 2004; si tratta di un concerto scenico che prevedeva sul palco contemporaneamente un film con immagini del Ventennio, una lettura di poesie da Pasolini Gramsci e Leopardi, il concerto musicale vero e proprio e altre immagini video che come emulsioni fotografiche sulla lastra, si andavano a depositare sull'apparato scenografico fatto di tulle
performing_massimoschiavoni04

(Italiano) Le Reincarnazioni Di Madame Orlan

(Italiano) Si  aperta il 6 Maggio scorso alla Galleria B&D di Milano per terminare il 30 Giugno prossimo la personale della performer francese pi estrema e rivoluzionaria dell'universo artistico contemporaneo: Orlan. L'evento  curato da Francesca Alfano Miglietti realizzando per l'occasione anche un libro-opera sull'evento. Da sempre la Galleria B&D ha scelto di presentare gli artisti in un contesto che ne potenziasse non solo le opere, ma che attirasse l'attenzione sullo stesso concetto di arte e di artista nel contemporaneo
elettronica_simonebertuzzi03

(Italiano) Andrey Kiritchenko, True Delusion

(Italiano) Come in molti altri casi ormai, l'apertura contemporanea e il rapido accesso contribuiscono a rendere visibili zone d'ombra del pianeta, mettendo in luce nuove sensibilitˆ in grado di combinare deviazioni locali e tendenze globali. Andrey Kiritchenko  consapevole di questo aspetto, e lo assimila nel migliore dei modi
performingart_tatianabazzichelli02

(Italiano) Corpi Mediali Dal Giappone A Berlino

(Italiano) L'artista giapponese Hiroko Tanahashi propone una ricerca sulla danza, corpo e multimedia che viaggia da New York all'Asia, passando per Berlino, cittˆ in cui l'artista si  recentemente trasferita. Hiroko Tanahashi si  diplomata alla New York University nell'area Film e Televisione e ha poi conseguito l'MFA Program in Multi Media Design and Technology alla Parsons School of Design a New York, specializzandosi in physical computing e interactive media art. Hiroko fa parte del gruppo Post Theater di Berlino-New York, fondato nel 1998.
(Italiano) Manovich, Le Nuove Estetiche Del Digitale

(Italiano) Manovich, Le Nuove Estetiche Del Digitale

(Italiano) Il 20 maggio 2005 Lev Manovich, professore al Dipartimento di Arti Visive dell'Universitˆ della California,  stato protagonista della seconda lecture all'interno del progetto Meet the Media Guru, a cura di MGM Digital Communication e Tribe Interactive, presso la Mediateca di Santa Teresa a Milano
elettronica_alexdandi01

(Italiano) Elettronica Sanremese?

(Italiano) La recente uscita del singolo Tanto di Lorenzo Jovanotti Cherubini ha creato un mezzo sconquasso tra molti addetti alle programmazioni radiofoniche, a partire dai grandi network fino alle piccole radio locali. Il problema, se di problema si vuol parlare, sta obbiettivamente nell'arrangiamento elettronico a colpi acidi di 303 uniti a fragorose chitarre heavy
techmedia_lorenzotripodi03

(Italiano) Smaterializzazione, Densita’ E Stabilita’

(Italiano) Una delle nozioni che serpeggia costantemente nella descrizione del paesaggio urbano contemporaneo  la smaterializzazione. C' una narrativa diffusa che allude ad una esperienza urbana apparentemente sempre pi distante dal contatto fisico con la materialitˆ pesante' del costruito, sempre di pi costituita di scambi simbolici e di esperienze mediate da interfaccia digitali: una visione affascinante, indubbiamente fondata, ma che risulta anche fuorviante rispetto alla realtˆ fisica dei fenomeni in questione.
netart_beatriceferrario03

(Italiano) Dare Un Volto Alla Rete

(Italiano) é l'ambizioso tentativo di Yuval Shavitt, studioso israeliano dell'Universitˆ di Tel Aviv e ideatore del progetto DIMES, l'acronimo di Distributed Internet Measurement  Simulations. A sua volta parte del progetto Evergrown, un consorzio di ricerca di cui fanno parte 20 universitˆ sparse in tutto il mondo, DIMES ha l'obiettivo di mappare la Rete delle reti e ricostruirla graficamente
elettronica_mk02

(Italiano) Dissonanze, Elettronica Urbana Ripensata

(Italiano) Ripensare il contesto urbano e gli spazi architettonici di una cittˆ ricca di storia e tradizione come Roma  impresa avventurosa e disseminata di trappole e pericoli. Soprattutto se questa spinta innovativa e visionaria prende corpo da un contesto, quella della musica elettronica e dei suoi derivati, spesso troppo chiuso in se stesso, auto referenziale e quasi infastidito da un possibile confronto con mondi altri come l'arte e l'architettura
techmedia_gigighezzi02

(Italiano) Verso La Fusion Society

(Italiano) In questo senso, pochi di noi non conoscono la definizione di Societˆ dell' informazione. Tale formula ebbe molteplici origini culturali e politiche: in Giappone l'antropologo Tadao Umesao giˆnegli anni Sessanta, negli Stati Uniti il sociologo Daniel Bell con l'opera The Coming of Post-Industrial Society del 1973. Tale concetto ebbe un'influenza enorme sul dibattito pubblico a partire dagli anni Ottanta, sebbene nella sfera politica giˆ a partire dagli anni Settanta sorse la necessitˆ di confrontarsi con il passaggio in atto da una societˆ basata sulla produzione materiale ad una basata sulla conoscenza, dove le tecnologie intellettuali provocavano, secondo i lavori pionieristici in questa direzione, la rottura della classica tripartizione concettuale economica di economia agricola, industriale e dei servizi grazie all'emergere di un quarto settore denominato Knowledge Industry e dei correlati Knowledge Workers
hackart_tatianabazzichelli03

(Italiano) What The Hack! Hackers In Movimento

(Italiano) Per chi ama smanettare con il computer, quest'estate si prospetta avvincente. Dopo quattro anni, torna in Olanda il celebre hacker camp nordeuropeo, punto di incontro fra la scena olandese e tedesca dell'hacking, che ha molto da insegnare a tutti noi. What The Hack  previsto dal 28 al 31 luglio 2005 a Liempde presso Boxtel/Den Bosch
audiovideo_bertramniessen01

(Italiano) La Materia Sonora Dei Fantasmagramma

(Italiano) Fantasmagramma  un duo di artisti audio-visivi composto da Francesco e Marco Leoci. Il loro lavoro si snoda attorno ad un soggetto fondamentale: il suono. Il suono in ogni parte del suo spettro, indagato con minuzia da laboratorio. Il suono che viene analizzato e restituito tramite un oscilloscopio
audiovideo_gianlucadelgobbo01

(Italiano) Offf, La Grafica Di Domani

(Italiano) Lo scorso 12-13-14 Maggio, presso lo spazio polifunzionale del CCCB di Barcellona, si  svolto uno dei pi importanti festival di grafica e arti digitali del pianeta, l'OFFF festival che nell'arco di 3 giorni ha presentato una ricca serie di lavori, progetti, workshop e seminari, presentando al pubblico europeo alcuni degli studi grafici e degli artisti pi importanti di questo scenario che sempre pi spesso si fonde con la cultura elettronica e le sue derivazioni audiovisive e di vjing
audiovideo_mk05

(Italiano) Afo4, Transgenie Audiovisive

(Italiano) Davide Mastropaolo e Leandro Sorrentino sono i Frame, binomio artistico audiovisivo nato nel 2001 e cresciuto in quella fucina apparentemente inesauribile che  Napoli e i suoi dintorni culturali. Insieme alla regista Nina di Majo hanno allestito e prodotto Afo4 per la label partenopea Mousikelab, opera audio-video
softwareart_valentinatanni02

(Italiano) The Screaming Enhancer

(Italiano) L'artista americana Amy Alexander , giˆ nota per progetti ad alto tasso ironico, propone di rispolverare l'urlo come pratica quotidiana, come strumento di protesta e come gesto liberatorio. E mette a punto un software che aiuta a strillare meglio e di pi, coinvolgendo anche l'interfaccia del vostro computer. Una volta installato, il programma se ne starˆ, buono da una parte, segnalato solo dalla presenza di una piccola icona sulla barra di notifica
ia_luigipagliarini02

(Italiano) Robots In Residence

(Italiano) In Robots-in-Residence, di Mark Polishook, artista di Philadelphia, quello che pi sorprende  il numero di media chiamati in causa e tutto ci˜ per sostenere quella che, dopotutto,  una composizione musicale che per l'audience sfida l'ordinaria ritualitˆ dell'osservare e dell'ascoltare.